Da un'elezione all'altra. Lecce Città Pubblica e la storia dello skate park

La struttura fu inaugurata nel 2012, pochi giorni prima della riconferma di Paolo Perrone. Ma dopo pochi mesi gli appassionati sono rimasti alla porta

Foto da Lecce Città Pubblica.

LECCE – Nessuna buona notizia per lo skate park di via Medaglie d’Oro per il cui recupero non è stato ammesso a finanziamento un progetto più ampio, denominato “Rigenerazione creativa”, presentato nell’ambito di un bando dell’Anci.

Carlo Salvemini, consigliere comunale e promotore di Lecce Città Pubblica, ricorda provocatoriamente che tra pochi mesi i cittadini saranno chiamati al voto per le elezioni comunali, la migliore occasione migliore per restituire la struttura agli appassionati.

La storia dello skate park del resto inizia il 22 aprile del 2012, circa due settimane prima la rielezione di Paolo Perrone come sindaco della città. Ma il divertimento per gli skaters - ricorda Salvemini – dura poco perché in assenza di un piano di gestione l’impianto viene chiuso.

Il Comune allora bandisce una gara per l’affidamento congiunto a quello del Parco dei colori che si conclude con l’aggiudicazione ad una associazione. In extremis, però, la parte riguardante lo skate park viene stralciata perché mancherebbero le condizioni minime di sicurezza in un contesto di evidente degrado della struttura. Il Parco dei colori è stato inaugurato il 3 aprile scorso.

“Da quattro anni, quindi quella struttura - consegnata a ridosso delle elezioni - è di fatto chiusa, inagibile, abbandonata. Perché come è noto si preferisce inaugurare invece di manutenere”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lecce Città Pubblica la scorsa settimana aveva segnalato le condizioni precarie presso l’impianto Montefusco nel rione Santa Rosa, a tutti noto come il Coni. Un paio di giorni dopo la pubblicazione del post di denuncia è stata ripristinata l’illuminazione artificiale per consentire agli sportivi di allenarsi e sono state riparate le porte degli spogliatoi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento