Sabato, 19 Giugno 2021
Politica

Sos Sanitaservice, apertura sulla modifica delle linee guida regionali

Riunione tra sindacati, vertici delle società in house e l'assessore Pentassuglia: quest'ultimo ha preso l'impegno di portare in giunta la richiesta di sospensione delle procedure di gara per il servizio informativo; le Asl hanno 20 giorni per concludere la contrattazione territoriale

Foto di repertorio.

LECCE – Qualcosa si muove in casa Sanitaservice. E si apre uno spiraglio per la salvezza della società in house, creata dalla Asl di Lecce per gestire direttamente alcuni servizi, la cui esistenza è stata messa a repentaglio con l’approvazione delle attuali linee guida regionali in tema di sanità.

Dopo l’ultimo sciopero, indetto da Usb  il 26 marzo, ed il conseguente presidio dei lavoratori organizzato proprio sotto la sede del Consiglio regionale,  si è tenuto l’atteso incontro tra le organizzazioni sindacali e l’assessore al Welfare, Donato Pentassuglia, mirato ad una modifica delle linee guida delle società in house delle Asl pugliesi: modifica che l’Unione sindacale di basa sta chiedendo, incessantemente, da quasi due anni.

“In avvio di riunione abbiamo assistito ad una scena che ci ha lasciati perplessi, ma non meravigliati – spiegano i referenti di Usb in una nota - che ha visto tre organizzazioni sindacali confederali, Cgil, Cisl e Uil alzarsi e lasciare la sala riunioni senza dare una motivazione a tale gesto. Abbiamo l’impressione che lo abbiano fatto perché non hanno niente da dire sulla questione: loro stessi hanno sottoscritto e approvato le linee guida decise dall’ex assessore regionale al ramo, Elena Gentile”.

Ritornando al tavolo odierno, al termine della riunione che si è tenuta con l’assessore Pentassuglia, i direttori generali e gli amministratori unici delle società in house, le altre sigle sindacali (ad eccezione dei confederali) si è concordato che: nell’immediato l’assessore porterà in Giunta regionale la delibera con cui si invita la Asl di Lecce a sospendere le procedure di gara del servizio informatico sino all’approvazione delle nuove linee guida; l’assessore ha dato mandato ai vari direttori generali di concludere (entro venti giorni) il confronto territoriale con i sindacati relativo anche al passaggio al full-time e agli ulteriori servizi da internalizzare (118, trasporto sanitario); l’apertura di un’ inchiesta regionale sulle graduatorie di ammissione ai corsi di riqualificazione ai corsi per operatori socio sanitari.

“Continueremo a tenere alta l’attenzione – annunciano i segretari Usb -: non possiamo permetterci di abbassare la guardia proprio ora e controlleremo che tutti gli impegni presi siano portati a termine entro la fine della legislatura”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sos Sanitaservice, apertura sulla modifica delle linee guida regionali

LeccePrima è in caricamento