Sabato, 24 Luglio 2021
Politica

Spending review, l'allarme dall'Anci: "Agosto, rischio stipendi nel Comune di Lecce"

Per Alessandro Cattaneo, sindaco di Pavia e vicepresidente nazionale dell'Associazione nazionale dei comuni italiani, il problema si porrebbe anche in città medio-grandi, come il capoluogo salentino. "Meno entrate dall'Imu"

 

PAVIA – Il Comune di Lecce a rischio, nel pagamento degli stipendi di agosto ai suoi dipendenti? Secondo fonti autorevoli, si tratta di un problema che si potrebbe realmente concretizzare, per diversi comuni, compresi capoluoghi, e fra questi proprio quello salentino. L’esempio di Lecce è stato citato da Alessandro Cattaneo, sindaco di Pavia e vicepresidente nazionale dell’Anci, l’Associazione nazionale dei comuni italiani, nel corso della conferenza unificata, che s’è svolta questa mattina.

Secondo Cattaneo, “il combinato disposto dei tagli e delle minori entrate dell'Imu, che hanno causato anche corrispettivi tagli ai trasferimenti verso i comuni, "mettono in grandi difficoltà capoluoghi e città anche grandi come Lecce", ha detto Cattaneo, come riporta una nota dell’Ansa. “Confidiamo che la prossima settimana, in Conferenza Stato-Città, si correggano le distorsioni. Ormai non si può più parlare di generiche preoccupazioni dei comuni, siamo alla resa dei conti".

Sempre stando alle cifre dell’Anci, e riportate dalle agenzie, Lecce avrebbe ricevuto solo un terzo del gettito Imu previsto.

"In alcuni comuni - dice Cattaneo - non ci sono più soldi in cassa. Nella Conferenza Stato-città della prossima settimana è necessario che il governo dia ufficialmente seguito all'impegno di colmare i minori introiti Imu, anche perché quelle città che hanno incassato di meno rispetto alle previsioni del governo si sono già viste tagliare i trasferimenti in misura corrispondente alle errate previsioni sugli introiti".

Per Cattaneo "questo è l'esempio lampante di come i nostri allarmi fossero fondati. Il vero punto critico - aggiunge - si raggiungerà a fine anno, con le seconde rate Imu e la chiusura dei saldi obiettivo del Patto di stabilità. Moltissimi comuni rischiano di non rispettare il patto, un'eventualità che danneggerebbe fortemente i conti dello Stato".

"Io piuttosto - ha concluso - preferisco non rispettare il Patto di stabilità che alzare l'Imu". E intanto, in queste ore, il primo cittadino di Lecce, Paolo Perrone, ha preannunciato una conferenza stampa, che si terrà domani mattina. L’orario è ancora da fissare, anche perché la necessità di un chiarimento sulla questione, da parte del primo cittadino, è arrivata solo nelle ultime ore, proprio dopo aver a sua volta egli appreso da agenzie e testate online le parole del suo collega pavese.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spending review, l'allarme dall'Anci: "Agosto, rischio stipendi nel Comune di Lecce"

LeccePrima è in caricamento