Politica

Corsie preferenziali riservate anche ai ciclisti: parte sperimentazione di sei mesi

Dopo una prova a settembre durante la Settimana Europea della Mobilità, l'assessore Pasqualini ha accolto la richiesta promossa da Fiab Cicloamici Lecce e sottoscritta da molte altre associazioni. Esclusa dal provvedimento la circonvallazione

LECCE – Per i prossimi sei mesi i ciclisti potranno utilizzare le corsie preferenziali da viale Otranto e viale don Minzoni fino a piazza dei Bastioni, passando per via Cavallotti, via San Francesco, via Garibaldi e il lato destro di viale De Pietro, senza correre il rischio di essere multati. Esclusa quindi dal provvedimento la circonvallazione.

Lo ha deciso l’assessore al Traffico e alla Mobilità, Luca Pasqualini, assecondando la richiesta di 18 associazioni tra cui la promotrice, Fiab Cicloamici Lecce. Una prima sperimentazione era stata fatta a settembre in occasione della Settimana Europea della Mobilità.

“Abbiamo accolto immediatamente e con gioia questa richiesta – ha affermato Pasqualini – che va nella direzione da noi auspicata. Quella, cioè, di rendere questa città sempre più a misura d'uomo, puntando con decisione all'utilizzo di mezzi pubblici e della bicicletta e cercando di scoraggiare al contempo l'uso dei mezzi privati. Siamo certi che si possa vincere la sfida della cultura della mobilità sostenibile per far diventare Lecce una città più efficiente e vivibile”.

L’utilizzo delle corsie preferenziali da parte dei ciclisti è una scelta che molti aspettavano, in linea con quanto accade in altre città italiane ed europee. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corsie preferenziali riservate anche ai ciclisti: parte sperimentazione di sei mesi

LeccePrima è in caricamento