"Spese di notifica delle multe troppo onerose". Dubbi sulla proroga dell'affidamento

In consiglio comunale l'interpellanza di Antonio Rotundo, del Pd. Risposta dell'assessore Signore: "In preparazione il capitolato per il bando"

Il consigliere Antonio Rotundo.

LECCE – Nel triennio dal 2015 al 2018 ammonta a circa 4,5 milioni di euro l’importo complessivo delle spese di notifica e lavorazione delle contravvenzioni elevate dalla polizia locale. Un costo esagerato, secondo il consigliere di maggioranza Antonio Rotundo, per il quale si potrebbe anche configurare un danno erariale anche perché il riscosso è sempre inferiore all'accertato e la differenza ricade dunque sull'ente.

Per ogni verbale inviato a domicilio la spesa è infatti di 16 euro e 50 centesimi, di cui 6 euro e 20 centesimi sono per i costi di lavorazione, poco più di 9 euro per le postalizzazione e il resto per la visura presso gli archivi informatizzati. Il servizio di notifica del Comune di Lecce è da anni affidato alla società Sapidata: alla scadenza dell’appalto, nel febbraio scorso, ha fatto seguito una nota del dirigente, il comandante Donato Zacheo, per la proroga.

Secondo Rotundo quella proroga sarebbe stata possibile solo nelle more di un bando già pubblicato. Per questo presunto vizio di illegittimità, ha detto in aula il consigliere, si dovrebbe procedere quanto prima alla pubblicazione del bando sul portale del mercato elettronico delle pubbliche amministrazioni.

All’interpellanza ha risposto l’assessore Sergio Signore spiegando che il dirigente si è limitato a seguire le linee guida ministeriali trovandosi la materia in una fase ancora non compiutamente definita dal punto di vista legislativo. La legge di bilancio 2018, infatti, al fine di dare attuazione alla liberalizzazione dei servizi postali, ha apportato delle modifiche alla norma sulla notificazione delle contravvenzioni, ma solo nel luglio scorso il ministero per lo Sviluppo Economico ha dato via libera al rilascio della licenza speciale per la notifica degli atti contravvenzionali al Codice della strada. Definita la questione a livello centrale, ha aggiunto l’assessore, il comando si sarebbe attivato per la predisposizione del capitolato tecnico preliminare al bando di gara. La risposta non ha convinto Rotundo per il quale nulla avrebbe impedito di mettere intanto a gara il servizio per le spese di procedimento.

Signore ha anche risposto in merito all’ipotesi di internalizzazione del servizio paventata nell’interpellanza: non sarebbe una strada percorribile, ha concluso, alle condizioni attuali, alla luce della carenza di organico e delle risorse informatiche necessarie. La polizia locale leccese, ha detto, tratta circa centomila sanzioni (contravvenzioni stradali e altro) ogni anno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Da una ricerca on line risulta che a Milano da luglio scorso le spese di notifca sono di 11,24 euro per i residenti e di 15,56 per i non residenti,  a Bologna sono di 17 euro (dal novembre scorso), a Foggia sono di 10,80 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rientrano dal Brasile nel Salento: madre, padre e figlia positivi al Covid

  • Militari in spiaggia: sequestro in un lido, denunciato imprenditore

  • Giorgia e il fidanzato Emanuel Lo: vacanze salentine d’amore

  • Fiamme e fumo sulla collina di Lido Conchiglie. Si sospetta l'origine dolosa

  • Rave nelle campagne, musica sparata per ore: sgomberati in circa 300

  • Molesta la barista e fugge, ma dopo un’ora ritorna e lo riconoscono

Torna su
LeccePrima è in caricamento