rotate-mobile
Le manovre per le comunali / Gallipoli

“Squinzano Domani” verso le elezioni: parte la campagna di ascolto per il programma

Il neo gruppo ha avviato un percorso in cinque tappe finalizzate all’ascolto, alla raccolta di idee e alla costruzione di nuove proposte per la città. Il 2 marzo il primo incontro sul rilancio del commercio locale

SQUINZANO - Definito l’appuntamento elettorale di metà maggio per il rinnovo dei consigli comunali anche in quel di Squinzano si accelerano i tempi per la messa a punto delle nuove piattaforme programmatiche e la definizione delle liste elettorali e dei candidati alla carica di sindaco dopo l’esperienza commissariale e l’interruzione prematura nel 2021 dell’amministrazione del sindaco Gianni Marra.

In tale direzione si muove il gruppo “Squinzano Domani” che ha avviato un percorso cadenzato in cinque tappe fondamentali finalizzate all’ascolto, alla raccolta di idee e alla costruzione di nuove proposte per la città.

“Dopo due anni di commissariamento della nostra città, due anni di blocco e difficoltà causate dalla pandemia, sentiamo forte l’esigenza di ritrovarci e tessere i fili di una comunità, quella squinzanese, che ha molto da dire e che merita di vivere una nuova fase, di crescita, di sviluppo e coesione sociale” commenta il portavoce del gruppo, Andrea Pulli, “e con questo obiettivo proponiamo un percorso partecipato che coinvolga i cittadini nella costruzione di proposte che partano dalla stessa comunità in vista delle prossime elezioni amministrative”.

Il  nuovo sodalizio che si muove in vista della prossima tornata delle comunali  è composto da Marco Cazzorla, Pasquale Caracciolo, Eleonora Francone, Vincenzo Giordano, Giovanna Guido, Cosimo Ippolito, Francesco Leo, Vincenzo Maggio, Cosimo Mazzotta, Sandro Morciano, Mino Nobile, Simone Pepe, Maurizio Pezzuto, Francesco Pulli, Alessandra Rizzo, Maurizio Scardia, Alba Chiara Scarpa, Viviana Tafuro e Antonio Tramacere

Il gruppo sarà quindi impegnato in tre fasi diverse di formazione politica: la prima riguarda l’incontro, l’ascolto e il confronto, la seconda la costruzione di proposte e la terza la restituzione e la condivisione delle stesse.

“Abbiamo pensato di andare verso la città, verso le singole categorie, e di farci promotori di un’iniziativa che si muova per le vie di Squinzano e che smuova l’interesse, la curiosità, la voglia di sentirsi cittadini con diritti e doveri” precisa ancora Pulli, “non chiediamo ai nostri concittadini di venire nella nostra sede perché saremo noi a muoverci, incontrando chi già, e per varie ragioni, si occupa di questioni centrali e prioritarie per il paese”.

Cinque i grandi temi da trattare e approfondire ed evidenziati da “Squinzano Domani”: il rilancio del commercio locale, i giovani e le politiche attive del lavoro, le politiche di welfare, la riqualificazione urbana e lo sviluppo della marina di Casalabate, salute e sport.

“La vera occasione che questi mesi prima delle elezioni ci offrono” conclude Pulli, è quella di cambiare passo, di sentirci una comunità con gli stessi obiettivi: lo sviluppo sostenibile di un territorio martoriato, per esempio, dalla vicina presenza di Cerano; la necessità di creare opportunità per i nostri giovani affinché ciascuno possa costruire il suo progetto di vita a Squinzano e affinché le energie migliori non vadano via; la crescita di Casalabate come meta turistica e politiche e servizi che sostengano i più fragili e che guardino con attenzione ai nostri anziani da una parte e ai bambini dall’altra. Verso una nuova Squinzano significa anche questo, muoversi per la città per confrontarci con tutti i cittadini che ne abbiano a cuore le sorti e per immaginare, insieme, la Squinzano dei prossimi dieci anni”.

Il percorso partirà giovedì 2 marzo con il primo incontro sul rilancio del commercio locale e si concluderà il 16 marzo con l’incontro tematico su salute e sport.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Squinzano Domani” verso le elezioni: parte la campagna di ascolto per il programma

LeccePrima è in caricamento