rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Politica

Stabilizzazioni per l'Ambito sociale, il sindaco a Roma: "Incontro positivo"

Salvemini al ministero dell'Interno per un confronto di verifica con il sottosegretario Sibilia, che ha la delega alla Finanza Locale. Segnali di fiducia per 21 figure professionali

LECCE - Da Roma giungono segnali positivi per quanto riguarda le stabilizzazioni del personale dell'Ambito territoriale sociale di Lecce. Il sindaco, Carlo Salvemini, ha incontrato il sottosegretario con delega alla Finanza Locale, Carlo Sibilia, per un confronto sulla procedura seguita dall'amministrazione comunale a partire da giugno, quando è stata approvata la legge di bilancio che consente il potenziamento dei serivizi sociali.

Appena ieri i lavoratori e i rappresentanti sindacali, in un sit-in, avevano sollecitato il primo cittadino a procedere con la pubblicazione del bando, essendo oramai in prossimità della fine dell'anno. Dalla capitale Salvemini ha voluto ribadire il proprio impegno per una risoluzuone positiva della vicenda: “L’amministrazione comunale ha lavorato e continua a lavorare strenuamente per dare attuazione alla procedura di stabilizzazione avviata con la modifica al Piano del fabbisogno del personale del Comune di Lecce che consentirà la stabilizzazione di 15 assistenti sociali, 4 funzionari amministrativi, una educatrice professionale e una mediatrice sociale. E con essa la tenuta del welfare locale in un momento di grande sofferenza sociale nella nostra comunità". 

"L’incontro di questa mattina a Roma - ha spiegato il sindaco, che è stato accompagnato dal deputato Ubaldo Pagano - è servito a confermare la correttezza delle procedure avviate dal Comune di Lecce in quanto capofila, alle quali lavorano con scrupolo e attenzione i dirigenti amministrativi interessati da questo non facile procedimento. Alle lavoratrici dell’Ambito, comprensibilmente preoccupate, possiamo oggi comunicare un senso di ottimismo rispetto alla positiva chiusura della vicenda nei tempi indicati e ribadire ancora una volta che l’amministrazione è al loro fianco, consapevole che la salvaguardia e il miglioramento della loro condizione lavorativa assume un carattere di interesse generale in relazione alla prosecuzione e all’implementazione dei servizi sociali che i Comuni dell’Ambito offrono alla cittadinanza".

Salvemini è quindi ritornato sulla natura dei problemi incontrati: "Le difficoltà finora incontrate finora sono esclusivamente dovute all’esigenza di collocare la stabilizzazione in un corretto e legittimo percorso, nel rispetto degli obblighi ai quali il nostro Comune, insieme agli altri Comuni che fanno parte dell’Ambito Territoriale, è tenuto. La volontà dell’amministrazione è quella di giungere alla chiusura di questo percorso non facile, che ha visto al nostro fianco anche Anci e Regione Puglia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stabilizzazioni per l'Ambito sociale, il sindaco a Roma: "Incontro positivo"

LeccePrima è in caricamento