Domenica, 26 Settembre 2021
Politica

Statua di Sant'Oronzo in condizioni critiche, attesa la relazione dell'esperto

Sopralluogo del vice sindaco, Alessandro Delli Noci, e del professor Alfredo Castellano. I saggi condotti rivelano problemi peggiori del previsto

LECCE – La statua di Sant’Oronzo presenta delle criticità che sono state definiti dal vice sindaco di Lecce “difficilmente risolvibili”. Alessandro Delli Noci, questa mattina, ha svolto un sopralluogo nel cantiere della piazza insieme ad Alfredo Castellano, ordinario di Fisica applicata presso l’Università del Salento e consulente per il restauro.

I saggi in corso stanno manifestando uno stato di salute della statua, se così si può definire, davvero precario confermando così le impressioni delle prime osservazioni condotte ad aprile, mentre per la colonna che la sorregge non sono state evidenziate particolari difficoltà. Solo al termine di tutte le analisi preliminari, si potrà procedere all’intervento vero e proprio di pulizia e restauro che si protrarrà per alcuni mesi. Il docente universitario sta per completare la relazione nella quale descriverà le condizioni attuali della grande opera scultorea e suggerirà le migliori modalità di intervento.

“Il professor Castellano – ha dichiarato il vice sindaco - sta svolgendo un lavoro importante che ci consentirà di fare luce sulle reali criticità di un monumento simbolo della nostra città. Le condizioni della statua sono peggiori di quello che ci si aspettava, a causa del deperimento dei materiali utilizzati, degli agenti atmosferici, dell'azione della ruggine. Il nostro compito è sfruttare al meglio questa occasione per assicurare nei limiti del possibile un miglioramento delle condizioni del monumento, tenendo presente che la colonna non presenta criticità gravi e potrà essere ripulita e messa in sicurezza senza difficoltà, e che la statua, invece, a livello strutturale presenta problemi difficilmente risolvibili”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Statua di Sant'Oronzo in condizioni critiche, attesa la relazione dell'esperto

LeccePrima è in caricamento