Martedì, 27 Luglio 2021
Politica

Stefano My annuncia: “Lascio Io Sud". E chiede ai giovani di "seguire l'esempio”

Il candidato più votato alle scorse amministrative di Albachiara ed esponente del movimento giovanile ufficializza il suo addio ad Io Sud: "Niente contro la formazione, ma i partiti sono lontani dai cittadini"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

PORTO CESAREO - Il candidato più votato di 'Albachiara' alla carica di consigliere comunale - 106 preferenze nelle scorse elezioni amministrative - ed esponente del Movimento giovanile Porto Cesareo, Stefano My, ufficializza l'abbandono al partito a cui era iscritto da tempo, "Io Sud", e contemporaneamente lancia un appello pubblico per seguire il suo esempio.

"Ci tengo a evidenziare che nei componenti locali del partito Io Sud ho riscontrato umiltà e onestà, ma ciò nonostante devo riconoscere che in generale oggigiorno i partiti sono molto lontani dai cittadini. I partiti hanno troppe persone che fanno i politici da sempre e con pochi risultati positivi per la collettività, hanno ancora tanti privilegi a scapito dei soldi pubblici, la questione morale e legale dei partiti sono all'ordine del giorno, basta osservare le numerose inchieste. Ciascun politico di professione appare alienato dalle vesti del cittadino comune che paga le numerose tasse, fa la spesa sempre più cara al supermercato, si reca al rincarato distributore con la propria auto, subisce gli effetti di una crisi economica e lavorativa causata proprio dalla partitocrazia povera di risultati positivi e lobbista che ci portiamo avanti da decenni senza trovare nessuna soluzione soddisfacente ad un sistema politico che ha penalizzato l'intera cittadinanza italiana, soprattutto il ceto medio-basso; spazio quindi alla cittadinanza attiva nel senso più ampio del concetto" questa la sua analisi.

"Da tempo con il Movimento Giovanile abbiamo invitato i nostri alleati di 'Albachiara' a distaccarsi dai partiti e dalle loro logiche per trasformarsi in un'alleanza civica al 100% fatta di cittadini svincolati da tessere di partito, indipendenti, impegnati esclusivamente per il territorio cesarino. Condivido pienamente il nuovo orientamento del 'Movimento Giovanile Porto Cesareo' che è nel solco dei contenuti del 'MoVimento 5 Stelle', per questo invito tutti i concittadini tesserati ai vari partiti a seguire con spirito di rinnovamento il mio esempio. Se i cittadini interessati si ritrovano nella mia proposta i riferimenti qualificati ci sono e sono già in attivo sul territorio, non occorre inventarne altri: il 'Movimento Giovanile Porto Cesareo' e gli iscritti al 'MoVimento 5 Stelle'; hanno già lanciato delle proposte immediate e concrete. Le porte sono aperte purché in linea con gli aspetti fondamentali: nessuna tessera di partito, trasparenza spinta, fedina penale pulita dei candidati alle elezioni, ognuno vale uno - non ci sono le gerarchie dei partiti -, rifiuto del finanziamento pubblico, massimo due mandati per una carica pubblica, nessun apparentamento con partiti alle elezioni, democrazia più diretta. Per le prossime elezioni amministrative a Porto Cesareo: lista certificata 5 Stelle e partecipata dai cittadini! Porto Cesareo è la nostra terra, ci appartiene di diritto, insieme con umiltà e soprattutto con trasparenza rappresenteremo il vero rinnovamento politico a tutela del nostro futuro e quello dei nostri figli".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stefano My annuncia: “Lascio Io Sud". E chiede ai giovani di "seguire l'esempio”

LeccePrima è in caricamento