Politica

Stipendi a Palazzo Carafa: le retribuzioni dei dirigenti nel 2011

Claudia Branca, responsabile del settore Lavori pubblici, guida con 81mila euro, al netto delle ritenute, la graduatoria dei 18 funzionari comunali, di ruolo o a tempo determinato. Dati in linea con l'anno precedente

LECCE – Al netto delle ritenute, è Claudia Branca, responsabile del settore Lavori Pubblici, la più pagata tra i 18 dirigenti di Palazzo Carafa. Grazie alla voce “altro”, da 46mila euro, (che comprende Ivc, Ria, incentivi per la legge Merloni, competenze avvocatura, incentivi Ici) il braccio tecnico dell'assessore Gaetano Messuti – che nel 2010 aveva percepito 72mila euro netti – si è vista accreditare 81mila euro e spiccioli. I dati, inseriti nel pomeriggio di martedì, 9 ottobre, nella sezione “Trasparenza, valutazione e merito” del sito istituzionale, si riferiscono al 2011. L’anno precedente era stata invece Maria Luisa De Salvo, che è al contempo dirigente dell’ufficio di Gabinetto del sindaco e del settore Avvocatura, a detenere il “primato” con 93 mila euro.

Lo stipendio tabellare di un dirigente comunale (di ruolo o a tempo determinato) è di 43mila euro , che si sommano ai 45 mila (circa) di retribuzione della posizione e al premio di risultato (riferito all’anno precedente) che è variabile. Maria Luisa De Salvo ha percepito poco meno di 76mila euro e 400; Maurizio Guido (Servizi necroscopici e cimiteriali) 65mila; Gino Maniglio (Urbanistica) 62mila e 585 (meno 6mila rispetto al 2010); Nicola Elia (Cultura) 62mila 450 (nel 2010 ricevette 73mila euro); Salvatore Laudisa (Servizi economici e finanziari) 60mila 397; Raffaele Parlangeli (Programmazione e strategie territoriali) 60mila.

Appena sotto questa soglia ci sono Antonio Guido (Affari generali) con 59mila e 602 euro; Maria Teresa Romoli (Servizi demografici) con 58mila e 844 euro (71mila 760euro nel 2010); Anna Maria Perulli (Istruzione pubblica) con 59mila e 661 euro; Donato Zacheo (Polizia municipale, 45mila l’anno precedente ma inquadrato nel febbraio) 58mila 656; Sergio Aversa (Mobilità) con 59mila e 37 euro; Giuseppe Naccarelli (Risorse comunitarie) con 58mila e 449 euro; Paolo Rollo (Sviluppo economico e Attività produttive) 58mila e 399 euro; Francesco Magnolo (Sviluppo organizzativo e risorse umane), 58mila e 862 euro; Antonio Esposito (Sistemi informativi) con 59mila 234; Domenico Capoccia (Tributi) con 57mila 125 euro. Chiude la lista Fernando Bonocuore (Ambiente) con 55mila e 88 euro. Piero Antonio Errico (Tributi e Fiscalità) è stato invece inquadrato nel febbraio scorso. Il segretario generale, Vincenzo Specchia, ha riscosso 81mila 177 euro. La cifra lorda, comprensiva dei 18 dirigenti e del segretario sfiora i due milioni e 200mila euro. Nel 2010, con una voce in più - i dirigenti a libro paga erano 19 - l'esborso fu di  due milioni e 353mila euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stipendi a Palazzo Carafa: le retribuzioni dei dirigenti nel 2011

LeccePrima è in caricamento