menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il cantiere per il chiosco, attiguo al Salapia.

Il cantiere per il chiosco, attiguo al Salapia.

San Cataldo, stop al chiosco e via il Salapia: "Il tratto di spiaggia resta pubblico"

L'assessore Rita Miglietta spiega la necessità di una pianificazione organica: "Occasioni di rilancio per tutti, non di privilegio per alcuni"

LECCE – Il tratto di spiaggia tra il lido York e il molo di Adriano, a San Cataldo, resterà totalmente pubblico. Lo ha dichiarato l’assessore all’Urbanistica e alle Marine del Comune di Lecce, Rita Miglietta, specificando che l’amministrazione non intende rinnovare il permesso a costruire per il chiosco il cui cantiere è attiguo al dismesso stabilimento Salapia che sarà a sua volta demolito a breve.

“La nostra programmazione – ha spiegato l’esponente della giunta - prevede l'allestimento di chioschi non in un solo punto della nostra costa, con evidenti effetti discriminanti su altri tratti, ma all'interno di un ragionamento che tiene insieme tutte le marine: dobbiamo creare, in altre parole, più occasioni di rilancio, non esclusive occasioni di privilegio”.

Il permesso per il chiosco è stato rilasciato il 27 maggio scorso, praticamente a due settimane dalle elezioni amministrative “in assenza di un piano comunale delle coste (obbligatorio per legge) e di uno strumento di pianificazione del commercio. Insomma, la decisione di Palazzo Carafa sarebbe tesa a ristabilire occasioni uguali per tutti all’interno di “scelte organiche di pianificazione che oggi si stanno redigendo e che hanno il dovere di garantire lo sviluppo delle vocazioni turistiche delle nostre marine in un regime di massima trasparenza ed evidenza pubblica, ed entro un disegno complesso del territorio che tiene insieme elementi di innovazione e permanenze”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento