Domenica, 25 Luglio 2021
Politica

Strada regionale 8, Salvemini: "Ridurre almeno i rondò e le quattro corsie"

Questo pomeriggio il consigliere di Bene comune presenterà nell'assise cittadina la mozione con cui proporrà alcune modifiche sulla discussa opera stradale che taglia in due un pezzo di territorio a Est della città. E da molti ritenuta inutile

LECCE – Sventrerebbe una masseria la regionale 8. Quando il tracciato sarà completato, l’azienda zootecnica dalle parti Vernole si ritroverà divisa in due. Nel mezzo la lingua d’asfalto. Il latte si mungerà nelle stalle ma per fare pascolare il gregge sui terreni rimasti isolati dal frazionamento delle proprietà, sarà necessario attraversare la strada. Stesso destino per i mezzi agricoli. E forse i campi resteranno senza irrigazione perchè il pozzo, anche quello, rimarrà isolato. 

E’ solo una delle tante contraddizioni, un affresco post industriale del territorio che muta per fare spazio alla strada regionale 8, pensata nel lontano 1988, progettata più volte, per poi svanire nel nulla, quindi ricomparire. Come se quei soldi stanziati dal Cipe alle fine si devono spendere, in qualche modo, ma si devono spendere.

Apparirà la regionale 8 sui navigatori satelittari delle auto come un bel tracciato che collega la tangenziale Est di Lecce (svincolo per via del Fondone, la strada che, orientativamente, dalla mediazione di Lecce, conduce nella marina di San Cataldo, passando per la Scuola di cavalleria dell’Esercito) con Melendugno, nei pressi dei Giardini d’Atena. Mezzi commerciali, turisti e salentini percorreranno le quattro corsie verso il mare (14,2 chilometri), incontreranno rotatorie, con una velocità massima consentita tra 80 e 100 chilometri orari. Tutto questo senza accorgersi di nulla, senza sapere che la strada regionale 8 sarà costata oltre 57 milioni di euro, che nel frattempo si sarà mangiata alberi secolari d’ulivo e qualcosa come una sessantina di ettari di campagne, più di 80 campi di calcio, se al lettore sfuggisse quanto è grande 1 ettaro. 

Vernole, Melendugno e Lizzanello. E Lecce. Sono i comuni interessati all’opera, ma proprio l’amministrazione provinciale del capoluogo salentino pare non interessi molto la questione: considera, forse, la regionale 8 strada assai periferica e quindi non degna attenzione?

Ma è davvero una strada inutile? A guardare le immagini aeree, come appare ora il territorio e le simulazioni con la regionale 8 già realizzata, chiunque è in grado di affermare che quella di striscia di asfalto se ne potrebbe fare a meno. E così il consigliere comunale di Bene comune, Carlo Salvemini, approfitta del consiglio comunale di oggi, convocato alle 16, per illustrare la mozione sulla regionale 8 e per discutere una proposta migliorativa del progetto, con tano di immagini proiettate del tracciato che ricade sul territorio di Lecce.a 005-15

Le foto sono state pubblicate sul sito del consigliere Salvemini, dove in una nota spiega nel dettaglio la sua iniziativa: “Ci abbiamo lavorato un paio di settimane ed ora che il lavoro è terminato lo rendiamo pubblico. Sono delle immagini digitali con le quali, ci auguriamo, diventa più semplice e immediata la comprensione del tracciato e dell'impatto della Regionale 8 nella nostra città. Oggi in consiglio comunale è inserita nell'ordine del giorno la nostra mozione, con la quale chiediamo di predisporre delle modifiche al progetto in modo da mitigare l'impatto paesaggistico e il consumo di suolo”. 

E aggiunge: “Per lungo tempo non v'è stata consapevolezza che il tracciato che dalla Strada del Fondone congiunge Lecce con la provinciale per Melendugno all'altezza dei Giardini d'Atena ha ricadute pesanti sulla nostra campagna urbana. E in particolare su una delle strade più belle della nostra rete viaria, amata da podisti e ciclisti”. 

“Ora proviamo con l'ausilio delle immagini a rendere ancora più chiara la trasformazione – conclude - che produrrebbe sul nostro territorio la realizzazione del progetto vigente. Si tratta di ricostruzioni dall'alto e ad altezza uomo del previsto tracciato.  Crediamo che possa servire a tutti per farsi un'idea più precisa anche del senso complessivo della nostra proposta”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strada regionale 8, Salvemini: "Ridurre almeno i rondò e le quattro corsie"

LeccePrima è in caricamento