Martedì, 21 Settembre 2021
Politica

Stretta sul commercio: dirottato da Piazza Libertini verso Settelacquare

Approvata la delibera comunale per la riqualificazione della piazza mentre i box dell'area periferica saranno resi agibili e destinati alle attività di vendita

LECCE – Il Comune di Lecce procede a regolamentare il commercio in alcune zone critiche della città, come quella di Piazza Libertini. La giunta ha approvato la delibera mirata alla riqualificazione e al decoro della Piazza. Allo stesso modo verranno ripristinati anche i 48 box dell’area mercatale di Settelacquare, rimasti abbandonati ed in disuso da diverso tempo.

Con quest’atto il Comune intende tutelare alcune aree di particolare valore culturale e attuare la normativa nazionale ed europea in materia. La delibera offre anche un’opportunità di localizzazione alternativa per la propria attività a chi oggi esercita attività di vendita su Piazza Libertini, dirottandola verso il mercato di Settelacquare.

Con la delibera, il Comune ha voluto sottolineare anche l'importanza architettonica di Piazza Libertini, contigua al Castello Carlo V, che è stata riconosciuta tale fin dagli anni ’80. Il decreto ministeriale del 1983, in particolare, ravvisava l’esigenza di vincolarne gli usi, prescrivendo di “evitare che siano danneggiate la prospettiva e la luce dell’immobile e che ne siano alterate le condizioni di ambiente e di decoro”.

Una disposizione che non ha trovato seguito in città negli anni, neppure quando il Codice dei beni culturali e del paesaggio nel 2004 ha incluso tra i “beni culturali” anche tutte le pubbliche piazze, vie, strade, e altri spazi urbani di interesse storico.

Nonostante il vincolo del 1983, e nonostante i ripetuti richiami da parte della Soprintendenza nei confronti del Comune di Lecce, l'area ha continuato ad essere utilizzata giornalmente come mercato. 

La giunta comunale ha dunque incaricato i dirigenti dei settori Urbanistica, lavori pubblici ed attività produttive di provvedere alla scrittura di un Regolamento per il commercio in aree storiche. E anche di dare attuazione a quanto stabilito dal decreto ministeriale, stabilendo il divieto di collocazione di strutture di vendita anche precarie nell'area di Piazza Libertini.

Sarò necessario assicurare, inoltre, la piena fruibilità dei 48 box dell'area mercatale Settelacquare e dare seguito al definitivo spostamento degli operatori commerciali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stretta sul commercio: dirottato da Piazza Libertini verso Settelacquare

LeccePrima è in caricamento