Politica

Successo insperato della stagione teatrale: in più di 5mila tra Apollo e Paisiello

Il sindaco Salvemini e l'assessore Agnoli tracciano il bilancio: "Proviamo a raggiungere tutti i leccesi". Pubblicato il bando per sostenere le attività culturali

LECCE – I numeri sono quelli di un successo, peraltro inaspettato: 5 mila 408 cittadini hanno partecipato alla stagione teatrale del Comune di Lecce, organizzata nei teatri Apollo e Paisiello. Il cartellone degli spettacoli, elaborato grazie al supporto del Teatro Pubblico Pugliese, può vantare 3 sold out all'Apollo (“Per te” di Finzi Pasca, “Pueblo” di Ascanio Celestini, “Notes and words” di Letizia Onorati) e un tutto esaurito anche al Paisiello con la messa in scena del “Misantropo”.

I dati del botteghino hanno dato ragione all’amministrazione comunale che, in un lasso di tempo decisamente breve, ed al netto degli ostacoli incontrati nella gestione del teatro Apollo, è riuscita a coinvolgere un pubblico eterogeneo di spettatori. E a portare in sala anche persone meno abbienti, grazie all’iniziativa del biglietto sospeso; giovani under 35 che hanno usufruito di sconti speciali; e famiglie con bambini al seguito che sono stati intrattenuti e coinvolti in laboratori ah hoc, curati dall'associazione Fermenti Lattici.

Il filo conduttore dell’intera stagione, “l’ironia”, ha permesso di affrontare anche i temi della diseguaglianza sociale e dell’incomunicabilità da un’altra, inedita, prospettiva. E di allargare le opportunità alla vita culturale cittadina.

I cantieri teatrali ed i teatri sono divenuti, infatti, parte integrante di un progetto di rete che ha compreso l’università del Salento, le librerie e i luoghi istituzionali. “Le persone hanno partecipato anche alle attività collaterali, quali incontri e manifestazioni organizzati in diversi luoghi della città – ha confermato l’assessore alla Cultura, Antonella Agnoli -. Abbiamo lanciato alcune iniziative mirate per coinvolgere anche chi non si reca abitualmente a teatro, per ragioni economiche e ostacoli psicologici. E non è stato facile, perché la stagione è partita in ritardo, a settembre, e ciò ha rallentato anche la vendita degli abbonamenti”.

Il cartellone degli spettacoli ha rappresentato un ulteriore banco di prova per l’amministrazione guidata da Carlo Salvemini ed il bilancio è positivo. “Abbiamo cercato il dialogo con tutti i gruppi teatrali locali ed il nostro obiettivo, per gli anni a venire, è quello di coinvolgere sempre più direttamente i cittadini di ogni fascia sociale – ha aggiunto l’assessore -. Continueremo a lavorare in questa direzione, rafforzando la comunicazione pubblicitaria”.

conferenzastagioneteatrale-2Gli ostacoli per rendere agibile il piccolo “gioiello” del teatro Apollo non sono però mancati, come ricordato dal sindaco: “Il teatro l’anno scorso, nonostante l’inaugurazione in pompa magna, è rimasto chiuso perché privo di un piano di gestione e di diversi certificati, tra i quali quello dell’agibilità. Ci siamo adoperati per risolvere tutti gli adempimenti, nominando il responsabile della sicurezza, concludendo l’iter amministrativo sospeso, incaricando le varie ditte dei lavori e scrivendo la bozza di regolamento per l’utilizzo dei teatri”.

“Questa prima esperienza è servita a capire come muoverci in futuro, perché possiamo fare di più – ha aggiunto il presidente del Teatro Pubblico Pubblico Pugliese, Carmelo Grassi -. Il teatro ha un’importanza sociale notevole e Lecce è una città che vive di cultura: il nostro obiettivo sarà quello di costruire un’offerta culturale complessiva e sempre più qualificata, per venire incontro alle esigenze di cittadini e turisti”.

Il bando del Comune per le attività culturali

Il Comune, intanto, si è messo al lavoro sul tema che rappresenterà il filo rosso della prossima stagione: le barriere e il loro superamento. Un tema scelto in occasione del 30esimo anniversario del crollo del muro di Berlino.

Per quanto riguarda le attività culturali nel loro complesso, invece, la giunta comunale ha già approvato il bando promosso dall'assessorato alla Cultura che mette a disposizione fondi comunali per un totale di 50mila euro. Questi soldi cofinanzieranno, per un massimo dell'80 per cento ed entro la somma di 5mila euro, iniziative, manifestazioni, eventi, progetti in ambito culturale e sociale presentati da soggetti pubblici e privati.

Il bando individua ai fini dell’assegnazione del punteggio, le aree della città nelle quali possono essere realizzate le iniziative e, in un’ottica di valorizzazione delle periferie, premia la localizzazione delle iniziative nelle aree esterne al centro storico e nelle aree ubicate al di fuori dei “viali cittadini”. L'amministrazione ha inoltre indicato nel bando 11 luoghi da valorizzare, la localizzazione nei quali comporterà l'attribuzione di un premio significativo. I progetti possono essere presentati entro il 4 giugno tramite Pec, all'indirizzo protocollo@pec.comune.lecce.it.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Successo insperato della stagione teatrale: in più di 5mila tra Apollo e Paisiello

LeccePrima è in caricamento