Politica Uggiano La Chiesa

Sui rifiuti Piconese avvia lo scontro legale con l'Ato

Il sindaco di Uggiano, come annunciato, incarica un legale per tutelare il proprio comune dall'aumento dei costi dei rifiuti: "Scelta obbligatoria, dettata dalla responsabilità verso i cittadini"

CIMG1600

UGGIANO LA CHIESA - Ora si fa sul serio. Dopo gli annunci di qualche giorno fa (https://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=27749 ), Salvatore Piconese, sindaco di Uggiano La Chiesa, insieme all'amministrazione comunale da lui presieduta, ha dato mandato ieri sera, nel corso della riunione di giunta, all'avvocato Maurizio Cafiero per difendere gli interessi del centro salentino dall'aumento dei costi della raccolta e smaltimento dei rifiuti per gli anni 2010-2011.

Si tratta di un provvedimento coerente con la presa di posizione della maggioranza di governo, che già una settimana fa aveva denunciato l'insostenibilità dei costi, invitando il Prefetto Mario Tafaro, il Presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, e il Presidente dell'Ato/Le2, Silvano Macculi, a convocare nell'immediato un "tavolo di confronto" con tutte le amministrazioni comunali facenti parte dell'ambito, alla presenza degli organismi istituzionali competenti in materia di gestione dei rifiuti.

Pertanto, il Comune di Uggiano La Chiesa, così come preannunciato alla propria cittadinanza con un pubblico manifesto, ha incaricato un legale di fiducia per difendere e tutelare gli interessi del proprio ente nelle sedi opportune: "È una scelta obbligatoria - spiega il primo cittadino - dettata dallo spirito di responsabilità verso i nostri cittadini e verso l'ente che da un anno amministriamo".

"Si è giunti ormai - prosegue - ad una situazione di insofferenza che coinvolge tutti, poiché il continuo aumento dei costi della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti è divenuto insostenibile sia per i Comuni che per la cittadinanza. Speriamo che anche le altre amministrazioni comunali procedano in tal senso".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sui rifiuti Piconese avvia lo scontro legale con l'Ato

LeccePrima è in caricamento