Giovedì, 29 Luglio 2021
Politica

"Sul Nautico la Provincia ha perso la bussola"

Il consigliere provinciale di Forza Italia Coppola solleva le problematiche inerenti l'Istituto gallipolino e si dice deluso per non aver discusso la questione in ambito di Commissione nella sede

"Sono costretto nuovamente a tornare sull'argomento relativo alle problematiche e al futuro dell'Istituto tecnico Nautico "Vespucci" di Gallipoli in quanto ritengo che l'Amministrazione provinciale in merito abbia letteralmente perso la bussola". E' quanto afferma il consigliere provinciale di Forza Itala Giuseppe Coppola in merito le problematiche del Nautico riguardanti la carenza di aule e dei laboratori, nonostante il recente trasferimento della scuola nel nuovo complesso sulla provinciale per Sannicola.

"Proprio per questo il 17 settembre scorso ho inoltrato formale richiesta di convocazione della seconda Commissione consiliare competente in materia di edilizia scolastica per affrontare le questioni inerenti l'Istituto Nautico gallipolino. Una seduta che, a mio avviso - aggiunge Coppola -, doveva svolgersi proprio presso la stessa sede della scuola per comprendere da vicino l'entità delle carenze strutturali lamentate a più riprese dalla dirigenza scolastica. Il presidente della Commissione ha ritenuto invece opportuno convocare la stessa e discutere delle argomentazioni in merito, come tradizione vuole, a Palazzo dei Celestini. Le risultanze non sono quindi state quelle sperate. Anche perché sembra che proprio sul futuro complessivo dell'Istituto Nautico "Vespucci", la Provincia di Lecce abbia le idee alquanto confuse.

E aggiunge: "In particolare c'è da definire anche la situazione del vecchio immobile di via Gramsci che invece di essere recuperato magari proprio per arginare la penuria di aule e laboratori, sembra destinato alla dismissione e alla relativa vendita. Un'ipotesi che non ritengo perseguibile. O meglio un errore - secondo il consigliere forzista - visto che contrasterebbe anche la storia legata a quell'edificio, sorto dopo che il terreno sul quale insiste è stato in origine donato al Comune di Gallipoli e da quest'ultimo, a sua volta, donato alla Provincia. Superfluo dire che la sua destinazione d'uso deve rimanere di competenza pubblica. Anche per affrontare da vicino questa situazione e tutte le altre problematiche dell'Istituto ritengo necessario far riconvocare la Commissione consiliare da tenere nella sede della scuola e ribadendo la necessità di estendere l'invito anche al Commissario prefettizio del Comune di Gallipoli per conoscere contestualmente la disponibilità dell'Amministrazione comunale in merito ad ulteriori soluzioni alternative al problema aule ed al servizio di trasporto urbano per gli studenti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Sul Nautico la Provincia ha perso la bussola"

LeccePrima è in caricamento