menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tablet e notebook: dalla biblioteca comunale agli studenti senza mezzi familiari

Su proposta del gestore de "L'Acchiappalibri", la giunta comunale ha disposto il comodato gratuito. Ai dirigenti scolastici il compito di indicare i beneficiari

LECCE - Rimanere costretti a casa per settimane non è agevole per nessuno, ma per coloro che vivono in abitazioni dalle dimensioni medio-piccole è certamente un problema. Ci si organizza come possibile, ma per alcuni nuclei familiari anche la didattica a distanza è spesso un problema se non sono disponibili pc o tablet o se non sono nel numero sufficiente rispetto ai figli. 

Per andare incontro ai bisogni educativi di chi rischia di rimanere ancora più penalizzato dalla situazione di perdurante chiusura delle scuole, la giunta comunale di Lecce ha disposto la concessione in comodato gratuito di 14 notebook e 29 tablet a studenti delle sucole secondarie di primo grado (la vecchia scuola media). I dispositivi sono quelli in dotazione alla biblioteca comunale "L'acchiappalibri" e la proposta è partita dalla stessa società che l'ha in gestione, Orione.

Seguendo le indicazioni dei dirigenti scolastici saranno indiviudati a stretto giro di posta i beneficiari: “Questa iniziativa, per quanto limitata nei numeri, ci consentirà di andare incontro ad alcuni ragazzi delle scuole medie che non hanno la possibilità in questo momento di accedere alla didattica a distanza – ha dichiarato l'assessora alla Pubblica Istruzione, Fabiana Cicirillo –. La garanzia del diritto allo studio anche nelle modalità online e a distanza è un grande tema che l'emergenza sanitaria sollecita. Il nostro obiettivo è garantire a chi non ha i mezzi di poter accedere al pari di tutti gli altri a lezioni e materiali di studio online, ed è molto incoraggiante che ieri il ministro Azzollina abbia annunciato un cospicuo stanziamento da parte del governo proprio a questo fine. Noi, nel frattempo, facciamo del nostro meglio con i mezzi che abbiamo”.
 
“Da sempre attenti alle fasce più deboli e bisognose – ha detto Luigi Orione – ,ancor più in questo particolare frangente, consapevoli che la dotazione di computers e tablet sarebbe rimasta inutilizzata in questo momento di distanziamento sociale, abbiamo proposto agli assessori Fabiana Cicirillo e Silvia Miglietta, che hanno sposato la proposta condividendola con il sindaco Salvemini, di cedere l’attrezzatura della biblioteca per poter portare a termine l’anno scolastico”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento