Politica

Tagli alla sicurezza, chiude Dia? Mantovano smentisce

Il giorno dopo la manifestazione delle forze dell'ordine, il sottosegretario all'Interno risponde all'interrogazione di Teresa Bellanova escludendo ogni ipotesi di soppressione della sede leccese

Dia_Lecce1-4

ROMA - Poche parole, ma categoriche scacciano le nubi che si erano addensate sulla Direzione investigativa antimafia di Lecce: non esiste alcuna ipotesi di chiusura. Lo ha detto il sottosegretario all'Interno, Alfredo Mantovano, rispondendo ad un'interrogazione parlamentare presentata nella commissione competente dall'onorevole Teresa Bellanova del Partito democratico.

La voce sulla soppressione della sede leccese - indicata insieme ad altre come prezzo da pagare per i tagli al comparto sicurezza - è stata ripresa da un quotidiano nazionale. Proprio ieri le forze dell'ordine sono scese in molte piazze italiane per protestare contro la drastica riduzione dei fondi prevista per il prossimo triennio, che si va a sommare a un trend di minori investimenti oramai datato (https://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=30604).

L'intervento di Mantovano dovrebbe dunque rassicurare quanti, a partire dall'esponente del Pd, ritengono di fondamentale importanza la presenza di un presidio come la Dia su un territorio che - lo testimoniano recenti operazioni a contrasto della criminalità organizzata - presenta preoccupanti segnali di recrudescenza malavitosa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tagli alla sicurezza, chiude Dia? Mantovano smentisce

LeccePrima è in caricamento