Martedì, 15 Giugno 2021
Politica

Taxi di Brindisi nel centro storico: via libera in cambio di pari accesso in aeroporto

Richiesta la facoltà, attualmente revocata, di entrare nelle zone a traffico limitato. Ma l'assessore Luca Pasqualini chiede la reciprocità e cioè fine della discriminazione per i tassisti leccesi nello scalo aeroportuale dove i locali la fanno da padroni

LECCE – Do ut des. L’amministrazione comunale di Lecce è disposta a concedere nuovamente l’accesso alle zone a traffico limitato ai tassisti brindisini, ma sollecita un uguale trattamento per i taxi in partenza dal capoluogo barocco e diretti all’Aeroporto del Salento dove sono costretti a pagare il ticket se si fermano per oltre 15 minuti.

“Per sua definizione – sostiene l’assessore alla Mobilità del Comune di Lecce, Luca Pasqualini -  deve offrire i propri servizi ed assicurare i benefici a vantaggio dei cittadini e dei turisti che si recano nelle città di Lecce, Brindisi e Taranto. Per questa ragione invito il direttore generale di Aeroporti di Puglia, Marco Franchini, a superare eventuali impedimenti normativi al fine di garantire ai tassisti leccesi il libero accesso agli stessi nello scalo aeroportuale consentendo anche a loro il transito e la sosta nella corsia riservata. D’altronde se l’Aeroporto del Salento è l’aeroporto di Lecce, Brindisi e Taranto non può esserci differenza alcuna tra i tassisti delle tre città”.

Da tempo i tassisti di Lecce lamentano la discriminazione subita nello scalo brindisino: già nel marzo scorso Pasqualini scriveva al direttore generale dello scalo ricordando che i colleghi brindisini già fruivano dell’ accesso al centro storico. Non si comprende bene quali siano le condizioni che di fatto impediscono alle istituzioni la risoluzione di una questione che non appare certo di Stato e viene troppo facile pensare che in realtà si tratta di presunti diritti “indigeni” sul proprio territorio.

Ma, all’insegna della corsa di Lecce verso il riconoscimento di Capitale europea della cultura – sforzo al quale anche Brindisi sta fattivamente collaborando -, forse è venuto il momento di farla finita. Quando si dice “fare sistema” bisogna pensare non ai massimi sistemi, ma a piccoli problemi, esattamente come questo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Taxi di Brindisi nel centro storico: via libera in cambio di pari accesso in aeroporto

LeccePrima è in caricamento