“Isole ecologiche e incentivi per la differenziata”. Amministratori condominiali incontrano Comune

La "Associazione liberi amministratori condominiali" ha incontrato l'assessore all'Ambiente di Palazzo Carafa, e la ditta Monteco, incaricata per il recupero dei rifiuti. Hanno chiesto loro chiarezza sulle nuove procedure di raccolta, e una valutazione caso per caso degli spazi di cui gode ciascun edificio. "Non tutti sono idonei a ospitare i contenitori"

Un momento dell'incontro a Palazzo Carafa.

LECCE  - La raccolta differenziata dei rifiuti è stata al centro di un incontro che si è svolto, nel pomeriggio di ieri, presso Palazzo Carafa. Alla tavola rotonda erano presenti i portavoce della "Associazioneliberi amministratori condominiali”, la ditta Monteco, di recente incaricata per la raccolta nel Comune di Lecce, l’assessore all’Ambiente Andrea Guido, e i tecnici comunale: tutti assieme per discutere della gestione delle nuove procedure di raccolta.

Gli amministratori di condominio hanno evidenziato alcune criticità, come il fatto diversi edifici non hanno lo spazio necessario per l'allocazione dei contenitori carrellati dedicati alla raccolta differenziata. I bidoni, peraltro, devono comunque essere posti in zone condominiali accessibili agli operatori della Monteco, e al riparo dalla luce. L’alternativa proposta dai referenti dell’associazione è quella di creare isole ecologiche comunali di quartiere, in cui più condominii possano conferire i rifiuti ed effettuare la raccolta differenziata.


Inoltre, hanno richiesto al Comune di Lecce una regolamentazione di incentivi per i cittadini virtuosi, sulla scorta  sull' esempio di altri comuni, mediante la creazione di apposite aree in cui il cittadino, riciclando solo la carta o  plastica o l'alluminio, possa ottenere in cambio, a peso, un incentivo economico. E non è tutto. Tra le richieste avanzate a Palazzo Carafa, anche la necessità di una campagna informativa più intensa, per evitare un impatto negativo sul singolo cittadino che si trova "di fatto" l'androne del proprio stabile invaso dai contenitori.20150527_172059-2

Il Comune e la Monteco si sono resi disponibili a fornire appoggio ed informazione ai palazzi della città: ogni edificio verrà appositamente analizzato per le sue caratteristiche, individuando appunto un'area dove posizionare i contenitori. Per ora la Monteco ha cominciato a distribuire i contenitori ai condominii trovando a volte difficoltà nel reperire gli amministratori. “Ma per superare anche questa problematica, sarebbe sufficiente  esporre la targa dello studio, che non tutti gli amministratori hanno affisso nei condominii”, fanno sapere. La società Monteco, inoltre, si è resa disponibile anche a partecipare alle varie assemblee, per spiegare direttamente ai cittadini come procedere all'esatta raccolta differenziata dei rifiuti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento