Mercoledì, 23 Giugno 2021
Politica

Minacce a Gabellone e legge Delrio, la prefettura sollecita dialogo con la Regione

Si è tenuta questa mattina la riunione tecnica di coordinamento in prefettura. Davanti alle forze dell'ordine e al nuovo questore, sono state analizzate le vicende più recenti: dai finti manifesti funebri rivolti al presidente della Provincia, alle richieste dei sindacati. Questi ultimi chiedono chiarezza sulla riforma degli enti locali

Un momento della riunione

LECCE - Si è tenuta oggi la riunione tecnica di coordinamento delle Forze di Polizia, presieduta dal prefetto, Giuliana Perrotta, a cui ha partecipato il nuovo questore, Pierluigi D’Angelo, assieme al comandante provinciale dell’Arma dei carabinieri, colonnello Nicodemo Macrì e il comandante provinciale della guardia di finanza, colonnello Vincenzo Di Rella.

Nell’analizzare le questioni più urgenti del momento, nel territorio salentino, l’attenzione è stata posta in particolar modo sull’episodio che ha riguardato il presidente della Provincia di Lecce, Antonio Gabellone, preso di mira, nella giornata di ieri, da alcuni finti manifesti funebri, divulgati tramite social network e con catene virtuali sugli smartphone.

Oltre alla solidarietà espressa durante il tavolo, i portavoce delle forze dell’ordine hanno ricevuto il principale inquilino di via Umberto I. Nel corso dell’incontro il prefetto ha comunicato a Gabellone la segnalazione che, in data odierna. è stata inviata sia al ministero dell’Interno che al presidente della Regione Puglia: aderendo alle richieste delle organizzazioni sindacali, che poprio in questi giorni hanno fatto sentire la propria voce, Nichi Vendola è stato invitato a riaprire il dialogo con i sindacati e i lavoratori sulle modalità attuative da parte della Provincia del modifiche  disposte della Legge Delrio e della Legge di Stabilità.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minacce a Gabellone e legge Delrio, la prefettura sollecita dialogo con la Regione

LeccePrima è in caricamento