menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di archivio.

Foto di archivio.

Telecamere negli asili. Il centrodestra rilancia con una nuova raccolta firme

Negli anni scorsi una mozione dell'ex consigliere Gianpaolo Scorrano non venne recepita. In Senato è fermo da tempo un disegno di legge

LECCE – Ritorna in auge l’idea di installare telecamere negli asili cittadini. I coordinatori cittadini di Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia hanno infatti convocato un incontro per presentare la raccolta di firme a sostegno della proposta nel periodo estivo.

Del tema si discute già da diversi anni e iniziative analoghe sono state già fatte in tutta Italia tanto che è stato presentato anche un disegno di legge che però è rimasto bloccato in Senato. Anche a Lecce la questione è stata al centro del dibattito: nella passata consiliatura fu Gianpaolo Scorrano, quando era esponente del gruppo Io Sud, federato con Fratelli d’Italia, a presentare una mozione in consiglio comunale che però il sindaco  Paolo Perrone ritenne di non sostenere. La proposta, qualche tempo dopo, venne integrata dal consigliere Roberto Martella che chiedeva l'introduzione degli occhi elettronici anche nelle residenze sociosanitarie.

Il centrodestra ora ritorna alla carica: “Nelle more di questo importante varo normativo, non esiste alcuna legge che vieti l’installazione di telecamere nelle strutture comunali: ecco perché i Coordinatori cittadini del centrodestra, Cristian Sturdà per Forza Italia, Mario Spagnolo per la Lega, e Antonio Mazzotta per Fratelli d’Italia, hanno deciso di lanciare questa importante raccolta firme”.

Una delle obiezioni che per ora hanno frenato il provvedimento riguarda la tutela della privacy ma i sostenitori della proposta sono convinti di averla neutralizzata precisando che le immagini potranno essere visionate, se necessario, solo dalle forze dell’ordine e dall’autorità giudiziaria.

L’occasione, per i tre segretari, è anche quella di fare le prove per un centrodestra unito, almeno a livello locale. Sta nei fatti, sul piano nazionale, la collocazione di Forza Italia e Fratelli d’Italia fuori dall’asse di governo tra Lega e M5S.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento