Domenica, 19 Settembre 2021
Politica

Tra l'entusiasmo generale e qualche contestazione

Sono positivi i commenti dei coordinatori provinciali di Fli e dei rappresentanti dei circoli in espansione in tutto il Salento. La Poli Bortone: "Pronti a dialogare nell'interesse del Mezzogiorno"

IMG_0897[1]

LECCE - Commenti positivi ed entusiasmo alle stelle per quanti hanno preso parte ieri agli appuntamenti nel Salento del presidente della Camera, Gianfranco Fini. A parte la protesta studentesca, i sostenitori del progetto politico di Futuro e Libertà possono tirare un sospiro di sollievo, registrando importanti ed inaspettati consensi.

La presenza più significativa in platea è stata quella di Adriana Poli Bortone, la senatrice ex Alleanza Nazionale, oggi presidente di un movimento territoriale come "Io Sud", che ha riconfermato la pax siglata con il suo ex leader. Ma, per il momento, la Poli non si scompone troppo e si concede solo un breve commento: "Non abbiamo problemi ad intraprendere un dialogo con questa realtà, laddove c'è un percorso che si propone di curare l'interesse del Mezzogiorno". Interessante è stata, invece, la presenza di Antonio Buccoliero, che dimostra come Fli stia cogliendo le attenzioni di molti moderati.

Paolo Pellegrino, coordinatore provinciale leccese del movimento, non nasconde la propria soddisfazione per la presenza di Fini a Lecce: "È stato un grande momento di aggregazione - precisa -, siamo entusiasti per il risultato di questo appuntamento, che dimostra come la strada intrapresa sia quella giusta". Pellegrino ammette solo di aver temuto qualche contestazione: "È andato tutto bene".

Tra i più soddisfatti dell'appuntamento al Tiziano, c'è anche Claudio Giannetta, responsabile del neonato circolo di Fli ad Otranto, tra quanti si sono spesi in prima persona per curare l'organizzazione dell'evento leccese. L'esponente del coordinamento provinciale evidenzia il carattere innovativo del movimento: "L'obiettivo è - dichiara -, come ha ribadito il nostro leader Fini, quello di un nuovo centrodestra: la dimostrazione di questa idea si evince dalla presenza tra il pubblico di volti nuovi, che davvero hanno l'entusiasmo e la voglia di partecipare alla costituzione di un soggetto di respiro nazionale".


Ma qualche contestazione, in realtà, si è registrata: la federazione provinciale di Forza Nuova, infatti, ha attaccato con degli striscioni il "trasformismo politico" di Fini, passato da "fascista convinto a militante fieramente schierato nelle fila dell'antifascismo Italiano", ricordando polemicamente come la vicenda dell'appartamento monegasco non possa rappresentare un esempio di trasparenza e legalità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tra l'entusiasmo generale e qualche contestazione

LeccePrima è in caricamento