Politica Tricase

Tricase, nove liste. E la grande sfida si gioca in tre

Nove liste a sostegno di tre candidati, pronti a sfidarsi per il posto da sindaco. Sarà scontro tra il "tecnico" Musarò e l'ex sindaco Coppola ma l'outsider De Giuseppe può dire la sua

Tricase, stemma Gallone.

Non c'erano ormai dubbi. Le liste presentate a Tricase nella rincorsa alla guida della prestigiosa città del Capo si sono rivelate quelle previste: nove in tutto a sostegno di tre candidati sindaci. A contendersi la carica di primo cittadino saranno, dunque, i volti ormai noti da giorni: il commercialista Antonio Musarò guiderà il centro destra, presente con cinque liste (una civica facente capo allo stesso Musarò, una ufficiale del Popolo delle Libertà, una civica del Pdl, una lista Azzurro Popolare e una propria dell'Udc); a guiderà il centro sinistra (o come molti sostengono quel che resta del centro sinistra) sarà l'ex sindaco, Antonio Coppola, sostenuto dal Partito Democratico e da una lista di Democratici; il terzo soggetto, ma solo in quanto un po' l'outsider della competizione elettorale (anche se è stato cronologicamente il primo a scendere in campo), in qualche modo trasversale, è il Pes dell'imprenditore Alfredo De Giuseppe, che ha raccolto intorno al suo movimento due liste civiche, "La grande Tricase" e "Civica per Alfredo sindaco".

I retroscena delle ultime ore hanno riguardato sempre l'aria di centro sinistra, dove i "dissidenti" di Coppola, quelli dell'area lettiana del Pd, i socialisti e una parte della Sinistra Arcobaleno non hanno ricucito gli strappi. Alcuni di loro dovrebbero sostenere De Giuseppe, altri hanno scelto di non entrare direttamente nella competizione elettorale. Ora, dopo tanti retroscena, la parola passa ai candidati, che si affronteranno in una calda campagna elettorale, per convincere, come sempre, quanti tra i cittadini in cuor loro non hanno ancora operato una scelta chiara.

Le liste complete di Tricase.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tricase, nove liste. E la grande sfida si gioca in tre

LeccePrima è in caricamento