Martedì, 27 Luglio 2021
Politica

Tricase: un esposto contro la struttura della Sud-Est

Alfredo De Giuseppe, leader del movimento Pes, si scaglia contro lo spreco di denaro pubblico per una struttura impropria che si starebbe realizzando nella stazione di Tricase, e presenta un esposto

Una foto della struttura "incriminata".

Il candidato sindaco di Tricase, Alfredo De Giuseppe ha presentato in queste ore un esposto alla Procura della Repubblica, per denunciare lo spreco di denaro pubblico per una struttura in fase di realizzazione nei pressi di viale Stazione. De Giuseppe, che è il candidato di due liste, nate dall'esperienza del movimento Politica di Etica e di Sviluppo (e che concorre con Antonio Coppola ed Antonio Musarò alla carica di primo cittadino) scrive nel suo esposto di assistere da qualche giorno "alla costruzione di una struttura stabile, in barre di cemento, legno e pietre, che si sta realizzando lungo i binari della Ferrovia Sud-Est della stazione di Tricase a ridosso di via Lecce e viale Stazione per una lunghezza che, allo stato, è di circa 200 mt. con un'altezza di 5,00 mt".

De Giuseppe sottolinea come a suo giudizio, ma consapevole di esprimere anche quello della generalità dei concittadini, "quella struttura costituisca un'azione devastante del territorio comunale che non trova giustificazione alcuna neppure sotto l'aspetto utilitaristico". Per De Giuseppe, non si vedrebbe quale utilità si possa trovare in quello che, senza mezzi termini, definisce "un obbrobrio"; inoltre "la stazione di Tricase è frequentata al massimo da una decina di littorine, il cui impatto sonoro non ha mai creato alcuna lamentela da parte dei residenti; sempre che quell'opera non attenga ad altro tipo di utilità ovvero alla spesa inconsulta ed allo spreco di denaro pubblico". L'opera a cui fa riferimento De Giuseppe nel suo esposto, come si rileva dalle informazioni verbali che lo stesso ha assunto dall'ufficio tecnico comunale, sarebbe un impianto di pannelli frangi rumore.

De Giuseppe arriva a paragonare la struttura "al muro di Berlino ovvero a quello più recente di Gerusalemme, tanto è vero che divide in maniera netta i rioni di Tutino-Sant'Eufemia dal comune di Tricase determinando una effettiva trasformazione urbanistica dell'intero Comune". Per De Giuseppe, l'opera violerebbe sia le norme di natura edilizia (di cui agli artt. 10 e segg. L. 380/01), oltre a non sembrare "conforme ad ogni altra normativa che attiene alla tutela dell'ambiente e del rispetto del territorio, nonché dei vincoli paesaggistici ai quali è tenuta anche la società Sud-Est nella realizzazione di strutture fisse che comportano impegno di volumi, di superfici e di altezze". Conclude De Giuseppe: "Da quanto sopra, ritengo possa derivarne la illegittimità della "denuncia di inizio lavori", anche in assenza del nulla-osta comunale, e che del tutto illegittimamente si sta realizzando quella struttura senza il rispetto delle norme urbanistiche generali ed in violazione della disciplina urbanistica comunale e del relativo regolamento".

L'esposto integrale di De Giuseppe.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tricase: un esposto contro la struttura della Sud-Est

LeccePrima è in caricamento