Politica Galatina

"Tutela della città d'arte? Dal rispetto delle regole"

Il sindaco Antonica spiega le scelte della giunta sul piano traffico e risponde alla provocazione del consigliere Pepe: "Parla di tutela della città, raccoglie le firme per riaprire i parcheggi"

Il sindaco di Galatina, Sandra Antonica-2

Nessun rischio per la città d'arte, se a Galatina collaborano tutti. Parola di Sandra Antonica. Il sindaco, dunque, non fa attendere una propria risposta, dopo che nei giorni scorsi il consigliere di opposizione, Antonio Pepe, aveva provocatoriamente invitato a rimuovere la segnaletica della "città d'arte", per sottolineare a suo parere la carenza di una realistica tutela dei beni artistici. Il primo cittadino rivolgendosi proprio al consigliere afferma: "Parlare di tutela di Galatina come Città d'Arte, quando, al contrario, si caldeggia e fomenta una raccolta firme per riportare i parcheggi in Piazza Pietro, è una delle tante contraddizioni a cui oramai il Consigliere Pepe ci ha abituati, al sol fine di dare sfogo ad una polemica oramai diventata stucchevole. E' incredibile che il Consigliere invece di censurare l'atteggiamento di chi parcheggia selvaggiamente in spregio ai beni monumentali di questa città, invadendo nelle ore notturne una piazza bellissima, e di spronare i galatinesi al rispetto delle regole, quasi ne giustifichi l'illegittimo comportamento scaricando indegnamente sull'amministrazione comunale una inesistente responsabilità".

Incalza il sindaco: "Sarebbe ora di iniziare a svolgere a pieno le prerogative di amministratore comunale, che contrariamente a quanto sembra fare il consigliere Pepe, dovrebbero vedere entrambi gli schieramenti concordare su politiche di educazione del cittadino, a partire, in questo caso, da quella stradale. Ogni singolo cittadino, tanto più se amministratore, dovrebbe essere il difensore di un bene pubblico quale la bellissima piazza S. Pietro, che è finalmente nelle condizioni di essere ammirata in tutta la sua grandezza, dopo che questa amministrazione ha eliminato quell'inadeguato arredo urbano, che ne tagliava e riduceva prospetticamente la superficie". Il sindaco spiega ancora come la sua giunta si stia attivando per risolvere l'abuso degli autoveicoli in città e la cattiva abitudine al parcheggio in zona vietata, causa principale dei disagi al traffico presenti in Corso Porta Luce.

Prosegue ancora il sindaco Antonica: "La realizzazione del nuovo basolato in Piazza San Pietro, votato dal consigliere Pepe nel programma delle Opere Pubbliche insieme alla nuova illuminazione del centro storico, impedirà la sosta dinanzi al sagrato della Chiesa Matrice e ridurrà drasticamente l'attraversamento della Piazza. L'inizio dei lavori è stato procrastinato su richiesta dei commercianti della zona sino a dopo la chiusura dei saldi. Gli stessi tecnici, che hanno già realizzato il sagrato della Chiesa, si sono offerti di ideare il progetto a costi minimi per il Comune". Da ultimo, sostiene come "la Giunta ha assunto per l'anno in corso l'impegno di redigere il Piano Traffico, da sempre assente a Galatina, per consentire la risoluzione delle problematiche della circolazione stradale. Nel frattempo sarà necessario un richiamo al rispetto delle regole e dei ruoli da parte di tutti per eliminare il moltiplicarsi di inutili e ripetitive polemiche e consentire invece un consapevole miglioramento della qualità della vita della collettività, senza dover ricorrere a comportamenti repressivi quali evitabili sanzioni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Tutela della città d'arte? Dal rispetto delle regole"

LeccePrima è in caricamento