Domenica, 19 Settembre 2021
Politica Gallipoli

Udc e Udeur lanciano De Marini candidato sindaco

Stasera all'hotel Bellavista la Federazione dei Moderati di Gallipoli presenta programmi e progetti per le amministrative di Aprile. Pronti a correre da soli con l'ex segretario cittadino della Vela

I primi a rompere gli indugi e, come preannunciato, svelare alla città programmi, progetti e un candidato proprio per la corsa alla poltrona di sindaco della città saranno i sodalizi politici di "Centro" dell'Udc e dell'Udeur. Ovvero la Federazione dei Moderati di Gallipoli, che si è costituita ufficialmente nel dicembre scorso e che di fatto ha precorso i tempi rispetto alle evoluzioni del panorama politico nazionale. L'appuntamento è fissato per il pomeriggio di oggi, con inizio alle 17, nelle sale dell'Hotel Bellavista di Corso Roma, dove le segreterie cittadine hanno convocato un incontro pubblico (corredato da invito alle forze politiche cittadine, alle associazioni, ai movimenti e ai semplici cittadini) nel corso del quale verrà anche ufficializzata la candidatura di area dell'ex coordinatore cittadino e capogruppo consiliare del partito di Casini, Giovanni De Marini. I Moderati di Gallipoli hanno deciso di rompere gli indugi e scendere in campo. Se la candidatura di De Marini sarà funzionale ad una corsa autonoma dell'asse Udc-Udeur o se dovrà invece concorrere all'eventuale scrematura delle primarie del centrodestra gallipolino, questo lo stabilirà solo l'esito del dialogo politico avviato tra le frange delle ex Cdl. Ma i Moderati di Gallipoli sono anche pronti a correre da soli. Magari convogliando anche "pezzi" della società civile raccordati in una lista civica di sostegno o una delle due sezioni della Dc gallipolina.

Tutto dipenderà anche dalle volontà del "Parlamentino" di Forza Italia e dalla decisione del senatore Vincenzo Barba. Se l'ex sindaco dovesse dare il via libera a Giovanni De Marini candidato unico del centrodestra sostenuto anche dal costituendo Popolo delle Libertà gallipolino (dopo il recente congresso cittadino di An che ha eletto Luca Brunetti segretario, le parti viaggiano di nuovo in sintonia, all'infuori ovviamente dei dissidenti locali del partito di Fini) i giochi sarebbero fatti. Ma in casa azzurra c'è sempre in piedi l'accordo della staffetta azzurra che porterebbe alla riconferma di Barba al Senato (o alla Camera) e l'ex primo cittadino Giuseppe Venneri in corsa per Palazzo Balsamo. Si vedrà. Per il momento il segretario cittadino dell'Udeur, Salvatore Andrisani ribadisce i capisaldi della Federazione dei Moderati: "che trae origini dalle stesse radici, dal comune sentire moderato e soprattutto dalla comune volontà di dire la propria per il futuro di questa città. La federazione aspira a raccogliere l'adesione dei partiti, dei movimenti e di tutte quelle forze sociali che hanno a cuore le sorti della nostra città". Il resto si vedrà solo vivendo.

Nel contempo se il centrodestra e centrosinistra cittadini non hanno ancora sciolto le riserve sulle candidature, c'è chi ha deciso di dare da subito voce ai cittadini promuovendo le primarie allargate "virtuali". Iniziativa partita dal 13 febbraio scorso sul forum telematico di "Gallipoli Virtuale" che in un sondaggio chiede agli internauti ionici di scegliere il loro candidato sindaco preferito. Nove i nominativi in lizza: Flavio Fasano, Vincenzo Barba, Giovanni De Marini, Giuseppe Coppola, Elio Pindinelli, Giuseppe Venneri, Biagio Palumbo, Gianfranco Conte, Pompeo Demiti. Per il momento, e sino a questa mattina, in testa viaggiava l'ex vicesindaco e conduttore di "Striscia Politica", Elio Pindinelli con il 54 per cento de consensi. Paradossalmente l'unico tra tutti che, sicuramente, non sarà in campo alle amministrative...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Udc e Udeur lanciano De Marini candidato sindaco

LeccePrima è in caricamento