Venerdì, 30 Luglio 2021
Politica

Uggiano ricorda la strage di Peteano e commemora Franco Dongiovanni

A quarant’anni dall’atto terroristico che, in provincia di Gorizia, ferì due carabinieri e ne uccise tre, la comunità ricorda il giovane concittadino e militare caduto, con una celebrazione in piazza “Aldo Moro” domenica 3 giugno

UGGIANO LA CHIESA – Si terrà domenica 3 giugno, ad Uggiano La Chiesa, la celebrazione commemorativa del Quarantennale della strage di Peteano, nel ricordo del concittadino, il carabiniere Franco Dongiovanni, morto nell’attentato terroristico del 31 maggio 1972. L’atto terroristico avvenuto nella frazione della cittadina di Sagrado, in provincia di Gorizia, venne compiuto da due neofascisti, Vincenzo Vinciguerra e Carlo Cicuttini, e causò due feriti gravi e la morte di tre uomini dell’arma dei carabinieri: il brigadiere trentunenne Antonio Ferraro, Donato Poveromo e Franco Dongiovanni, rispettivamente di 33 e 23 anni.

L’amministrazione comunale, insieme alla comunità locale, ricorda così il giovane militare, caduto in difesa dello Stato democratico a soli 23 anni, e alla cui memoria, nel 2010, il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha assegnato la medaglia d’oro. L’evento avrà inizio alle ore 18 con la celebrazione della santa messa, celebrata dal parroco, don Vincenzo Vergine, presso la chiesa madre “Santa Maria Maddalena” di Uggiano La Chiesa.

Al termine della funzione religiosa, alle 19, ci sarà la deposizione della corona di alloro presso il monumento alle vittime del terrorismo in piazza “Aldo Moro”, alla presenza dei famigliari del carabiniere Dongiovanni. Successivamente ci saranno gli interventi delle autorità civili e militari presenti alla commemorazione.

“È un dovere civile e istituzionale – spiega il sindaco Salvatore Piconese - ricordare una delle stragi più violente compiute in Italia negli anni del terrorismo, un tassello fondamentale di quella che è stata cosiddetta ‘strategia della tensione’. La mia comunità venne colpita brutalmente con la perdita di un suo giovane ragazzo, figlio del popolo, lavoratore e servitore onesto della Repubblica democratica. È necessario mantenere sia vivo il ricordo di Franco Dongiovanni sia viva la memoria degli anni dello stragismo, in particolare oggi dopo l’attentato terroristico alla scuola di Brindisi”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uggiano ricorda la strage di Peteano e commemora Franco Dongiovanni

LeccePrima è in caricamento