rotate-mobile
Mercoledì, 29 Giugno 2022
Politica Galatone

"Licenziamenti di lavoratori sindacalizzati", sit-in di Ugl che interpella Ambito e prefettura

Il sindacato raggiungerà la sede dell’Ambito sociale di Nardò per chiedere la rescissione contrattuale: sul piede di guerra, al fianco di una quindicina di dipendenti di una casa di riposo per anziani di Galatone

GALATONE -  Due dipendenti licenziati appena la scorsa settimana. Il mancato rispetto dei verbali di conciliazione sindacale siglati coi vari lavoratori nel dicembre scorso, la mancata retribuzione delle ore realmente svolte. E poi ancora, atteggiamento antisindacale e il mancato rispetto del Contratto collettivo nazionale del lavoro circa i turni.  Questi i motivi contestati da Ugl Lecce alla  “Casa di accoglienza Giovanni Paolo II”, un centro che ospita cittadini anziani nel territorio di Galatone.

L’organizzazione sindacale contesta inoltre il mancato riscontro da parte dell’Ambito territoriale di Nardò dell’istanza di rescissione contrattuale e revoca delle concessione, così come il mancato riscontro, sempre da parte dell’Ambito 3, dell’istanza di richiesta di accesso agli atti da parte di Ugl.  Con una missiva - inviata al legale rappresentante della struttura, alla prefetta e al questore di Lecce, ai sindaci di Nardò e Galatone, all’Ambito neretino e all’assessora regionale al Welfare - il sindacato si è dichiarato al fianco di una quindicina di dipendenti e ha preannunciato un sit-in di  protesta per la mattinata di giovedì prossimo, davanti alla sede dell’Ambito sociale di Nardò.

La manifestazione, alla quale sono stati invitati anche gli amministratori comunali neretini e galatonesi, punta a ottenere a breve anche un tavolo presso la prefettura, per sensibilizzare alla vicenda la numero uno di Via XXV Luglio, Maria Rosa Trio. “Da mesi persistono situazioni e violazioni già denunciate”, scrive il segretario provinciale Maurizio Lezzi. Ugl sul piede di guerra anche relativamente al recupero di somme pregresse, tra le quali le tredicesime dei dipendenti, visti gli accordi passati e, a detta dei referenti sindacali, mai rispettati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Licenziamenti di lavoratori sindacalizzati", sit-in di Ugl che interpella Ambito e prefettura

LeccePrima è in caricamento