Domenica, 25 Luglio 2021
Politica

Ulivi “trapiantati” in Piazza Sant’Oronzo. E l’autogru diventa un’attrazione

Gli alberi, tra cui uno splendido carrubo, sono arrivati nel centro città da un vivaio di Surano, nell'ambito di un'iniziativa del Comune di Lecce. Delicate la fasi di trasporto e collocazione ai piedi del santo patrono. Un richiamo in più per i turisti

Lavori in corso in piazza Sant'Oronzo.

LECCE – Grandi manovre questa mattina in piazza Sant’Oronzo a causa di un allestimento ornamentale nell’ambito delle “Notti verdi” organizzate dall’assessorato all’Ambiente del Comune di Lecce.

Si tratta della manifestazione che andrà avanti fino al 7 aprile: entro questa sera sarà composto un giardino fatto di essenze autoctone con una fontana e giochi d’acqua allo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica sulle migliori esperienze sostenibili locali in tema di ambiente, risorse agroalimentari, gestione dei rifiuti.

“Una lunga kermesse a costo zero per l’amministrazione comunale  – ha dichiarato l’assessore Guido ringraziando le aziende che si sono prestate all’iniziativa e che avranno uno stand in piazza  - per dare un segnale forte della nostra presenza sul territorio e della nostra disponibilità al dialogo e all’interazione con i cittadini, per sciogliere dubbi, per fare il punto sulla situazione e verificare i risultati raggiunti dalle aziende leccesi nella direzione della green economy, informare sui corretti comportamenti e per anticipare quelle che saranno le novità sostanziali del nuovo appalto per la raccolta dei rifiuti che di qui a breve porterà in tutta la città il sistema porta a porta di raccolta differenziata”.

Intanto, per trasportare diversi alberi di ulivo, un grande carrubo e varie altre piante ornamentali si è reso necessario l’impiego di un lungo tir e per la collocazione sul suolo della piazza l’utilizzo di un’autogru la cui altezza ha praticamente raggiunto quella dei palazzi prospicienti. Grande curiosità, ovviamente, è stata manifestata dai leccesi e da comitive di turisti: soprattutto quelli stranieri hanno infatti poca dimestichezza con gli ulivi.

Le operazioni sono durate diverse ore perché per ogni albero è stata predisposta un’imbracatura su misura. Una parte considerevole della superficie della piazza è stata delimitata in modo che il tutto si svolgesse in sicurezza. Alberi e piante vengono dall’azienda “Vivai del Salento”  di Surano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ulivi “trapiantati” in Piazza Sant’Oronzo. E l’autogru diventa un’attrazione

LeccePrima è in caricamento