Mercoledì, 16 Giugno 2021
Politica

"Ultimo Consiglio comunale del 2016: la solita scena già vista"

Il 2016 si chiude con i tanti NO in Consiglio, tuttavia si continuerà in modo maturo e costruttivo per il bene del paese.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

Giovedì 29 dicembre 2016 si è svolto l'ultimo Consiglio comunale cesarino dell'anno 2016, purtroppo, in sintonia con l'andamento annuale: - da una parte l'opposizione del gruppo "Cambiare Rotta" di Francesco Schito e Stefano My che incalza, che propone collaborazione e che vota favorevole su una delibera pro mobilità sostenibile e dall'altra una maggioranza che respinge e si chiude su se stessa. Abbiamo proposto al Sindaco di sederci insieme in queste prime settimane dell'anno per programmare per tempo l'estate 2017 perché siamo molto preoccupati dei tanti disservizi della scorsa estate della quale ricordiamo il nostro manifesto affisso in paese dal titolo "Cari turisti scusateci".

Abbiamo rimesso nelle mani del Sindaco un lungo e puntuale elenco di circa 40 disservizi sull'estate 2016 indicateci da concittadini e dai turisti ma i componenti della maggioranza hanno fatto le solite "spallucce". "Spallucce" che si sono ripetute quando incalzati su dei beni comunali a Torre Lapillo che necessitano ancora di accatastamento (la fontana della Poesia, la colonna mariana per esempio) e su un "vecchio" progetto di conservazione e fruizione della zona "La Strea" completamente finanziato dalla Provincia di Lecce e sollecitato dall'omonimo Comitato di quartiere. L'ultimo "no" si unisce a quello recente per la previsione di creare un canile comunale. In definitiva, l'anno 2016 si chiude con ben 12 mozioni - impegni per il Sindaco a... - di "Cambiare Rotta" bocciate e solo 2 accolte: numeri che dimostrano la chiusura della maggioranza associata alla tanta indifferenza incassata su decine e decine di richieste e segnalazioni. Nelle fasi iniziali del Consiglio comunale segnaliamo, in risposta alle nostre richieste, delle novità importanti sulla rete fognaria: 1) per i lavori al depuratore in località Bellanova, sul quale vi è una sentenza del T.A.R. del 2010 che accoglie un ricorso cittadino contro il Comune di Porto Cesareo e il giudizio pendente del Consiglio di Stato, il Sindaco ha incaricato il legale per l'istanza di fissazione presso il Consiglio stesso e l'esito sarà molto significativo; 2) la rinuncia al ricorso al T.A.R. contro la delibera nr. 74 del Consiglio comunale di Nardò dello scorso 6 settembre che nega il collettamento di Porto Cesareo alla rete fognaria di Nardò in quanto c'è stato un accordo tra le due amministrazioni rinnovatosi in diverse sedi dei cui noi abbiamo svolto la nostra parte in concreto.

Il gruppo "Cambiare Rotta" proseguirà nell'anno 2017 con stile maturo e costruttivo per il bene del paese nonostante una maggioranza "sorda" che preferisce minimizzare e respingere per non dare eventuali riconoscimenti di meriti ai consiglieri di "Cambiare Rotta".

Porto Cesareo, 2 gennaio 2016 I consiglieri comunali di "Cambiare Rotta", Francesco Schito e Stefano My. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ultimo Consiglio comunale del 2016: la solita scena già vista"

LeccePrima è in caricamento