menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
In piedi il presidente Antonio Gabellone.

In piedi il presidente Antonio Gabellone.

In archivio anche l'ultimo consiglio: dopo nove anni Gabellone si congeda

Il presidente fu eletto nel 2009 e confermato nel 2014 dopo il ridimensionamento della Provincia come ente di secondo livello

LECCE – Si è tenuto oggi l’ultimo consiglio provinciale prima del rinnovo previsto per il 31 ottobre quando sindaci e consiglieri comunali saranno chiamati alle urne.

Per Antonio Gabellone è stata la seduta di commiato dopo nove anni di mandato. Fu eletto, a suffragio universale, nel 2009 superando al ballottaggio l’allora vice presidente della Regione Puglia, Loredana Capone. È stato confermato nel 2014, con il sistema di voto introdotto dalla riforma Delrio che limita il corpo elettorale alla platea degli amministratori comunali del territorio di riferimento.

“In questa assise  ha dichiarato in apertura il presidente - a prevalere sono stati il rispetto umano, il confronto anche aspro in alcune circostanze, ma sempre nell’interesse delle comunità amministrate, e il buon senso negli atteggiamenti successivi. Questo è un messaggio importante alla politica”. Il consiglio provinciale che ha registrato l’approvazione del bilancio consolidato, stato patrimoniale e conto economico dell’ente.

“Grazie per la correttezza in cui abbiamo trascorso gli ultimi due anni, e sono convinto che la maturità della classe politica del Salento saprà andare nel solco tracciato dall’attuale consiglio provinciale. Su un territorio come il Salento, l’ente Provincia può avere un ruolo importante su temi centrali, dai trasporti all’ambiente, dalle infrastrutture all’edilizia scolastica e all’organizzazione dell’offerta formativa. Il mio auspicio è che il governo possa andare sulla scelta di ridisegnare ruoli, funzioni e operatività delle Province. E’ questo l’augurio per il nostro territorio”

Apprezzamento per la condotta di Gabellone è arrivato anche dai banchi della minoranza: “A nome mio personale e del gruppo di Salento Bene Comune ringrazio il presidente Gabellone per le parole spese e condivido pienamente il suo pensiero. Abbiamo apprezzato soprattutto la sua moderazione, che ha consentito di tenere quanto mai unita l’assise consiliare”, ha dichiarato il consigliere Ippazio Morciano, del Pd.

Il consigliere e portavoce della maggioranza Renato Stabile ha ringraziato più volte il presidente: “E’ un dato oggettivo quello di aver apprezzato le capacità di ascolto e mediazione del presidente Gabellone, capacità che hanno permesso di poter condividere unanimemente diversi progetti, di portare avanti una gestione unitaria dell’ente di Palazzo dei Celestini e di dare dignità al ruolo della Provincia”.

In vista delle nuove elezioni partiti e movimenti del centrosinistra si sono ritrovati a Palazzo dei Celestini per costruire un percorso verso una candidatura autorevole. Vi hanno partecipato Pd, Art.1-Mdp, Psi, Sinistra Italiana, ma anche Udc e La Puglia in più: “Altre importanti forze civiche, pur non partecipando, hanno inviato al tavolo un messaggio di condivisione di un percorso comune – è scritto in una breve nota -. La volontà del tavolo è quella di aprire una fase politicamente nuova incardinata su un profilo di candidato presidente di centrosinistra. Le forze politiche e civiche si sono date appuntamento per il prossimo 5 ottobre. Intanto ogni forza aprirà una fase di ascolto tra i propri amministratori e militanti”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento