Venerdì, 30 Luglio 2021
Politica

"Un grande parco per la città? Sui terreni di Iskenia"

Domani raccolta di firme in piazza Sant'Oronzo per la realizzazione di un grande parco sull'area della società lussemburghese. L'iniziativa è dell'associazione "Una buona azione per Lecce"

Il capogruppo all'opposizione a Palazzo Carafa Antonio Rotundo

"Firma anche tu per la realizzazione di un nuovo grande parco a Lecce". L'invito alla petizione popolare lanciata dall'associazione fondata dal dirigente diessino Antonio Rotundo, capogruppo all'opposizione a Palazzo Carafa, sembrerebbe un normale invito rivolto all'amministrazione leccese, guidata dal sindaco Paolo Perrone, se non fosse che la proposta dell'onorevole Rotundo individua la realizzazione di un grande parco pubblico nelle aree a verde di proprietà della società "Iskenia", alla fine di via Scotellaro, alla periferia di Lecce.

E così, domani, a partire dalle 9.30, in piazza Sant'Oronzo, inizia la raccolta di firme, mentre alle 11.30 sarà lo stesso Rotundo a illustrare i termini del progetto. "L'iniziativa - si legge in una nota a firma dell'associazione 'Una buona azione per Lecce' - viene intrapresa a seguito dell'approvazione da parte della giunta comunale del piano triennale delle opere pubbliche, che prevede la realizzazione di due parchi senza specificare il luogo fisico di collocazione". In realtà, lo scorso 6 novembre, durante la presentazione a Palazzo sul programma triennale delle opere pubbliche, gli amministratori accennarono al progetto di due parchi attrezzati a verde pubblico, di cui a ridosso di viale Della Libertà, nei pressi del Comando provinciale della Forestale, l'altro in direzione di San Cesario. (https://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=4517).

"L'area di proprietà della società Iskenia, società lussemburghese di cui non è dato conoscere i veri proprietari, oggetto di polemiche e inchieste giudiziarie legate ai timori di una colossale speculazione edilizia - continua la nota - si trova in prossimità dei quartieri Salesiani e Stadio, confinante con nuovi insediamenti abitativi, possibile punto di riferimento per lo svago e il riposo di migliaia di cittadini leccesi".

"Sulla scorta di quanto affermato in campagna elettorale con l'impegno più volte dichiarato da parte di tutti i candidati sindaco, di evitare su quelle aree ogni forma di speculazione - si legge - l'occasione del nuovo piano triennale di opere pubbliche appare propizia per condividere tutti insieme, al di là delle divisioni politiche, un grande progetto di parco pubblico che garantirebbe alla città un polmone verde la cui necessità e unanimemente riconosciuta".

L'associazione "Una buona azione per Lecce" fa inoltre sapere che la raccolta di firme proseguirà nelle settimane successive nei luoghi di lavoro, su Internet all'indirizzo e-mail unabuonaazioneperlecce@alice.it e nei quartieri popolari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Un grande parco per la città? Sui terreni di Iskenia"

LeccePrima è in caricamento