Politica

Dalla docente negli Usa all'ex dirigente che produce vino. Gli ambasciatori di Unisalento

I dipartimenti dell'ateneo salentino hanno indicato sei personalità che si sono distinte per la qualità e il taglio internazionale della propria attività di lavoro e di ricerca

I sei ambasciatori con Vincenzo Zara.

LECCE – Una matematica, un genetista poi diventato vignaiolo, un manager del settore sanitario, un geografo, un ingegnere, un giurista. Sono i sei ambasciatori scelti da altrettanto dipartimenti dell’Università del Salento insigniti dal rettore, Vincenzo Zara, per la qualità, il grado di innovazione e la prospettiva internazionale del loro lavoro.

Si tratta di Barbara Prinari, Claudio Quarta, Donato Scolozzi, Angelo Turco, Felice Vitulano e Roberto Zaccaria, ai quali è stato consegnato anche il sigillo dell’ateneo. A loro si aggiungerà, nel prossimo autunno, Ferzan Ozpetek, al momento impegnato nelle riprese del suo nuovo film.

Il Dipartimento di Matematica e Fisica “Ennio De Giorgi” ha indicato Barbara Prinari, attualmente full professor presso il Department of Mathematics, University of Colorado, Colorado Springs e University at Buffalo dopo essersi laureata a Lecce in Fisica e in Matematica. Dopo il dottorato tra Italia e Usa, ha cominciato la carriera come ricercatrice a UniSalento e si è poi distinta negli Stati Uniti. Lavora in aree di ricerca all’intersezione tra Analisi matematica e Fisica. Ha continuato a mantenere legami di ricerca con il Dipartimento UniSalento, anche favorendo la mobilità studentesca verso gli Usa. “Gli eccellenti risultati raggiunti e la rapida carriera accademica internazionale sono a nostro parere anche una conferma della qualità della formazione scientifica offerta dal nostro ateneo», ha sottolineato il direttore del dipartimento Giovanni Mancarella.

Il Dipartimento di Scienze e Tecnologie Biologiche e Ambientali ha scelto Claudio Quarta, che oggi si prende cura delle sue vigne e della sua azienda, ma che ha iniziato la carriera professionale in strutture ospedaliere per lo studio, la diagnosi e la prevenzione della malattie genetiche. Laureato in biologia e specializzato in genetica medica, è poi diventato docente universitario a contratto e dirigente nel campo farmaceutico prima di iniziare la sua “seconda vita”. La sua parabola è stata considerata un importante riferimento per i corsi di laurea afferenti al Disteba, come ha sottolineato il direttore Luigi De Bellis.

Il Dipartimento di Scienze dell’Economia ha scelto Donato Scolozzi. Laureato in Economia all’Università del Salento, è associate partner alla Kpmg Advisory SpA – Milano e vanta un’esperienza più che decennale in attività di consulenza direzionale, contabile e gestionale nel settore sanitario, sia pubblico che privato. Il Dipartimento ha voluto valorizzare il generoso contributo del manager alle attività istituzionali indirizzate in particolare agli studenti. “Il dottor Scolozzi – ha spiegato il docente Amedeo Maizza a nome del dipartimento - ha saputo stimolare l’interesse degli studenti verso gli studi aziendali e manageriali, accendendo quei sentimenti di responsabilità e maturità indispensabili nel momento in cui occorre individuare le proprie inclinazioni e i propri interessi”.

Angelo Turco, geografo e presidente della Fondazione Università Iulm, è stato indicato dal Dipartimento di Storia Società e Studi sull’Uomo, diretto da Fabio Pollice. Turco ha insegnato anche presso Università europee, americane e africane ed è stato visiting professor nelle Università di Paris X, di Pau e di Grenoble (Francia). È consulente internazionale per la pianificazione territoriale, la tutela e la valorizzazione del paesaggio, la governance ambientale, lo sviluppo locale sostenibile, la gestione partecipativa delle risorse naturali in Europa, in Africa e nei Paesi in via di sviluppo, con particolare attenzione alle aree transfrontaliere.

Il Dipartimento di Ingegneria dell’Innovazione ha scelto Felice Vitulano. Ingegnere, Direttore Innovazione Ricerca e Sviluppo - Gruppo Exprivia, ha instaurato negli anni un intenso rapporto di collaborazione col Dipartimento, dalla partecipazione a progetti Horizon2020 a progetti di formazione a progetti di tesi di laurea, fino alla recente collaborazione nell’ambito del “Contamination Lab” UniSalento. Con l’apertura delle sede di Exprivia a Lecce, il rapporto di collaborazione continua a crescere. “L’ingegner Vitulano - ha sottolineato per il Dipartimento la professoressa Giusy Secundo - è sempre stato particolarmente attento e motivato nel realizzare in maniera sinergica le attività congiunte Università-Impresa, consentendo ai nostri studenti di cogliere l’apertura di Exprivia a giovani talenti motivati”.

Roberto Zaccaria è presidente del Consiglio Italiano dei Rifugiati, ha insegnato diritto costituzionale, diritto pubblico e diritto dell’informazione a Firenze, Macerata, Lumsa e Luiss. È stato presidente della Rai e vice presidente dell’Unione delle televisioni pubbliche europee;  membro della Camera dei deputati nella XIV, XV e XVI legislatura. Il Dipartimento di Studi Umanistici ha voluto valorizzare la collaborazione decennale nell’ambito del master in Mediazione linguistica interculturale in materia di immigrazione e asilo: “Questa onorificenza è una straordinaria opportunità anche per divulgare gli studi interdisciplinari svolti negli anni dai docenti del Master – ha commentato la direttrice del Master Maria Grazia Guido - che rappresentano lo stato dell’arte della ricerca in questo settore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalla docente negli Usa all'ex dirigente che produce vino. Gli ambasciatori di Unisalento

LeccePrima è in caricamento