Politica

Unità e forze armate, giovani e Stato a dialogo con 4 hashtag per il 4 novembre

In occasione delle celebrazioni per il 4 Novembre, Giornata dell’unità nazionale e Giornata delle forze armate, questa mattina la Prefettura di Lecce ha lanciato il progetto “4x4”, 4 hashtag per il 4 novembre: #4x4patria - #4x4pace - #4x4tolleranza - #4x4valori. Letti i messaggi più coinvolgenti

LECCE – La tradizione e l’innovazione a braccetto, per coinvolgere i giovani. In occasione delle celebrazioni per il 4 Novembre, Giornata dell’unità nazionale e Giornata delle forze armate, questa mattina la Prefettura di Lecce ha lanciato il progetto “4x4”, 4 hashtag per il 4 novembre: #4x4patria - #4x4pace - #4x4tolleranza - #4x4valori. Istituzioni e ragazzi degli istituti scolastici hanno così dialogato in piazza d’Italia, presso il monumento ai Caduti, attraverso riflessioni, sms e hashtag, unendo le celebrazioni del 4 novembre al ricordo del centenario dell’inizio della Grande Guerra.

Prima, però, il consueto programma davanti al Sacrario dei caduti presso il cimitero comunale. Qui è stata deposta la corona e s’è svolta la Santa Messa, alla quale hanno partecipato anche i familiari dei militari caduti in guerra. Po, dalle 11,30 i giovani e i cittadini in generale, sono diventati i protagonisti della giornata, proprio grazie al progetto sviluppato con Comitato per la valorizzazione della cultura della Repubblica e con il mondo della scuola.

Studenti e internauti sono stati invitati a esprimere sulla propria bacheca di Facebook un pensiero su quattro concetti: patria, pace, tolleranza, valori. In pochi giorni sono stati pubblicati oltre 340 post, intensi e in diversi casi anche originali. Alcuni sono stati letti durante la celebrazione in Piazza d'Itali, dagli stessi ragazzi, affianco alle autorità.

Insieme ai discorsi delle autorità civili e militari, e davanti a un folto pubblico costituito dalle Associazioni combattentistiche e d'arma, da cittadini e studenti, sono stati proposti quindi i post più significativi pervenuti tramite Facebook e gli sms del concorso bandito dall’Associazione nazionale dell’arma di cavalleria “Invia un Sms al nemico per evitare la guerra”.

Comune denominatore delle riflessioni l’invito a trarre insegnamento dal sacrificio dei caduti della Grande Guerra e dei tanti conflitti che hanno segnato la storia: trasformare passione civile, sentimento identitario, l’imperativo morale di difenderla ad ogni costo, nella ricerca quotidiana del dialogo e del rispetto reciproco, unica via per riportare la pace nel mondo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Unità e forze armate, giovani e Stato a dialogo con 4 hashtag per il 4 novembre

LeccePrima è in caricamento