Mercoledì, 4 Agosto 2021
Politica

L'azione sul territorio di Unpli e Provincia di Lecce

Dopo la polemica sollevata dai promotori di Ecofesta Puglia, il comitato provinciale delle Pro loco precisa la sua posizione

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

COMITATO PROVINCIALE UNPLI LECCE

In risposta alle affermazioni errate comparse in questi giorni sulla stampa locale e sul web, si precisa quanto segue:

Il progetto in essere tra il Comitato Provinciale UNPLI Lecce e la Provincia di Lecce, da cui origina la Convenzione siglata lo scorso 27 gennaio 2014, prevede una serie di azioni preliminari alla fase di gestione dei rifiuti, proprie dell'organizzazione di un evento di qualità e sostenibile, propedeutiche alla creazione di un modello di sagra codificato. Il progetto include, infatti:

  • la fornitura delle strutture per la somministrazione di cibi e bevande;
  • il coinvolgimento attivo dei produttori e dei ristoratori locali;
  • l'utilizzo esclusivo di prodotti tipici regolamentati (PAT, DOP, IGP, etc.) e materie prime a chilometro zero;
  • il coinvolgimento delle aziende operanti nel settore delle energie rinnovabili, per la riduzione del consumo di energia da fonti non rinnovabili;
  • la creazione di un Calendario Unificato degli eventi Pro Loco;
  • il coinvolgimento dei soggetti che, a vario titolo, si occupano di gestione dei rifiuti per la riduzione di quelli da avviare in discarica, tra i quali risulta Ecofesta, proprio in forza della Convenzione in essere tra Ecofesta e questo Comitato. A tal proposito, si tiene a precisare che i servizi privati proposti da Ecofesta intervengono nella fase finale dell'evento, ovvero nei giorni immediatamente precedenti e durante la sagra organizzata dalla Pro Loco che ne faccia richiesta e non nelle altre fasi del progetto.

Il progetto prevede, inoltre, l'organizzazione di un convegno nazionale al quale parteciperanno le Pro Loco italiane che, già dal 2006, sono impegnate in azioni finalizzate alla riduzione dei rifiuti durante tutte le fasi di una sagra (la maggior parte delle quali sono denominate "ecosagre", come dimostra una semplice ricerca online). Gli atti del convegno saranno successivamente trasmesso a tutte le Pro Loco italiane come documento di buone prassi.

Il Comitato Provinciale UNPLI Lecce non intende creare marchi collegati alla corretta gestione dei rifiuti durante un evento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'azione sul territorio di Unpli e Provincia di Lecce

LeccePrima è in caricamento