Lunedì, 14 Giugno 2021
Politica

Le conseguenze della differenziata spinta. Di nuovo disponibili 200 posti auto

L'assessorato all'Ambiente lotta contro il tempo: per evitare l'applicazione della ecotassa è necessario a fine mese un incremento del 5 per cento. E si indicano ai cittadini tutti i vantaggi, anche indiretti, che derivano dal nuovo sistema di raccolta

LECCE – Mentre la partenza del metodo porta a porta si scontra con piccoli e grandi inconvenienti, l’assessore all’Ambiente, Andrea Guido, è seriamente preoccupato di non poter raggiungere l’incremento del 5 per cento del volume della differenziata necessario a scongiurare l’applicazione della ecotassa e per questo invita i cittadini a considerare tutti i benefici, anche quelli indiretti, che un sistema efficiente di raccolta comporta.

Come ad esempio il numero di posti auto, circa 200, che sono di nuovo disponibili dopo la rimozione dei cassonetti nelle tre zone dove è in atto il porta a porta: San Pio, Villa Convento e centro storico. E potrebbero diventare 3500 nei prossimi quattro mesi.

E’ evidente che l’amministrazione comunale e l’azienda incaricata, la Monteco, si stanno prodigando per accelerare il periodo di transizione, incontrando però la resistenza di una parte della cittadinanza: "Per una buona riuscita di una raccolta differenziata con una garanzia di risultati in termini di benefici economici, energetici ed ambientali - ha dichiarato Guido - occorre raggiungere una vera sinergia tra cittadini e istituzioni. E’ fondamentale. E’ necessario che l’amministrazione fornisca un efficiente servizio di raccolta e di riciclo, e su questo stiamo davvero dando il massimo, ma è tuttavia necessario che anche i cittadini rispondano in maniera attiva, svolgendo in maniera corretta e scrupolosa la raccolta differenziata e sollecitando anche noi amministratori al miglioramento della stessa”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le conseguenze della differenziata spinta. Di nuovo disponibili 200 posti auto

LeccePrima è in caricamento