Bat si sfila dal vertice con le parti sociali. E propone incontro con il governo

Il tavolo del 12 maggio vedrà sindacati e ministero ma non Bat Italia che, riguardo alla vertenza, si è detta disponibile “ad uno scambio di informazioni” in seconda battuta, con Mise e governo, ma senza le parti sociali. Aumentano i dubbi sull’esito positivo del vertice

LECCE - Il vertice romano sulla vertenza ex Bat si farà. Ma senza la diretta interessata. La multinazionale che nel 2010 si è defilata dal territorio, dismettendo lo stabilimento leccese che produceva sigarette ed avviando un fallimentare percorso di riconversione industriale, non siederà insieme ai sindacati ed alle istituzioni locali attorno al tavolo del Mise. O meglio, si è detta disposta ad incontrare i funzionari ministeriali ed i rappresentanti del governo italiano quello stesso giorno, il prossimo 12 maggio, ma in seconda battuta. Precisamente alle ore 16.00. E senza la partecipazione delle parti sociali né degli enti locali.

Bat Italia ha comunicato la sua decisione per mezzo di una lettera inviata all’indirizzo del ministero dello Sviluppo Economico ed in particolare all’attenzione di  Giampietro Castano, responsabile della ‘unità gestione vertenze’ che aveva convocato Bat Italia, richiedendo la sua esplicita partecipazione al tavolo che avrebbe dovuto chiarire le sorti future del percorso di riconversione industriale, alla luce del dichiarato fallimento delle tre società chiamate proprio dalla multinazionale a subentrare nel sito per rilevare la manodopera licenziata. 

“La società ribadisce che, come già comunicato in risposta alla precedente convocazione, non ritiene di dover presenziare a tale nuovo programmato incontro”, si legge nella raccomandata firmata dal vicepresidente Giovanni Carucci.  “Si comunica comunque la disponibilità ad un separato incontro da tenersi esclusivamente con i dirigenti del Mise ed i rappresentanti del governo – prosegue la lettera - al solo fine di alimentare ogni opportuno scambio di informazioni in merito alla vertenza, proponendo sin da ora la data del 12 maggio alle ore 16”. Poche righe, dunque, ma chiarissime che hanno suscitato forti perplessità riguardo all’esito, e quindi all’efficacia, del vertice ministeriale con le parti sociali convocato alle 10 di mattina. 

“Stavamo organizzando dei pullman per Roma con la collaborazione del Comune di Lecce per manifestare sotto i portoni del Mise, in concomitanza del tavolo. Anche il sindaco Paolo Perrone ci aveva assicurato la sua volontà di partecipare così come tutti i politici salentini hanno garantito la loro presenza – spiega Germano Musio della Fim Cisl -. A questo punto, però, non so dire cosa faremo. I rappresentanti sindacali partiranno per Roma, perché sono stati convocati, ma ci aspettiamo che il ministero ci dia delle risposte al termine del suo colloquio privato con Bat. Il Mise si è fatto garante di questo percorso di riconversione nel corso del quale le tre aziende hanno ricevuto dei soldi, in più tranche, dalla multinazionale. Bat deve essere richiamata alle sue responsabilità e i funzionari ministeriali devono chiarire ogni passaggio di questa vicenda, spiegandoci cosa ne sarà dei 270 lavoratori rimasti definitivamente a casa”.

“A che gioco stanno giocando? – commenta la senatrice del Movimento 5 stelle, Daniela Donno - C'è forse qualche situazione scomoda che nessuno ha mai affrontato e che i lavoratori non devono conoscere?"."Se l'azienda non vuole incontrare i suoi lavoratori al Mise, li ascolteremo noi in Senato. M5S ha già presentato la richiesta per l'audizione degli operai della ex Bat in Commissione lavoro. È necessario che la politica faccia la sua parte, e le altre forze presenti in parlamento non possono esimersi dall'accordare questa audizione", conclude la senatrice Donno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragica alba, podista viene travolto da un furgone: morto sul colpo

  • Ladri nell’alloggio della caserma, rubata pistola d’ordinanza con caricatore

  • Palpeggia ragazza, inseguito dal padre perde il cellulare. E viene identificato

  • Durante la rapina minaccia di morte la cassiera con l’arma: arrestato

  • Coronavirus, nel Salento registrati altri sei positivi: due da fuori regione

  • Covid, sei positivi in provincia di Lecce. Rollo: “Presenti in via temporanea”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento