menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Rendering di piazzetta De Santis.

Rendering di piazzetta De Santis.

Via libera alla riqualificazione delle piazze attorno al Castello di Lecce

Ammesso a finanziamento dalla Regione Puglia il progetto di Palazzo Carafa, insieme a quelli presentati dai Comuni di Melendugno e da altri enti locali del territorio

LECCE – Sono 17 i comuni della provincia di Lecce che beneficeranno dei finanziamenti regionali per interventi nell’ambito dell’avviso pubblico: “Selezione di interventi strategici per la fruizione di aree ed infrastrutture, finalizzati prioritariamente al miglioramento della qualità dei sistemi e dei servizi di accoglienza nel settore turistico”.

Grazie a una variazione di bilancio di 55 milioni di euro concertata tra l’assessore regionale alla Cultura e Turismo, Massimo Bray, e il vicepresidente e assessore al Bilancio e alla Programmazione Unitaria, Raffaele Piemontese, si può procedere allo scorrimento della graduatoria. Inizialmente, per una dotazione complessiva di oltre 20 milioni di euro, era stato possibile finanziare 18 progetti. Con questo “rilancio” sono 49 gli ulteriori progetti di altrettanti enti locali pugliesi che potranno essere realizzati. 

Lecce: 500 nuove sedute e 30 alberi

In pratica, tra prima e seconda dotazione, è stato ammessa a finanziamento circa la metà dei 137 progetti presentati. Tra questi quello del Comune di Lecce, denominato “Riqualificazione ambientale, valorizzazione e fruizione delle aree contermini del Castello Carlo V”, finanziato con 1,5 milioni di euro della Regione e 192mila euro di cofinanziamento da parte di Palazzo Carafa. ll progetto, illustrato alla cittadinanza nel dicembre del 2018, si sviluppa su un’area di 12mila metri quadri che si estende da Piazzetta De Santis a piazzetta De Cristoforis (l’area prospiciente al Teatro Apollo), fino a Piazza Libertini (nelle foto, sotto). Si prevede in tutto l’installazione di nuove sedute per un totale di 500 posti a sedere, la messa a dimora di 30 alberi di melograno, l’installazione di percorsi urbani di arte contemporanea con 10 blocchi espositivi, la realizzazione di percorsi narrativi storici dedicati ai personaggi storici della città, con epigrafi pavimentali, dei box espositivi e illuminazione artificiale con effetto chiaroscurale.

“Il progetto interviene sull’area che connette la città storica con il centro commerciale, un’area densamente frequentata e attraversata ma che necessita di interventi urgenti di riqualificazione e valorizzazione, per esaltarne la funzione sociale e per iniziare il processo di valorizzazione del Castello Carlo V e del Teatro Apollo come beni monumentali di assoluta importanza dal punto di vista culturale e turistico – ha dichiarato il sindaco Carlo Salvemini – ringrazio Alessandro Delli Noci, che da assessore ai Lavori Pubblici presentò il progetto alla città al Teatro Apollo in una iniziativa pubblica puntando a intercettare questa opportunità di finanziamento. Ringrazio gli assessori regionali Bray e Piemontese la cui decisione di implementare i fondi dedicati all’avviso ha consentito che nella nostra città si possa realizzare questo intervento di assoluta rilevanza e valore”.

Melendugno: riqualificazione del centro e recupero del giardino

Anche il Comune di Melendugno, con grande soddisfazione del primo cittadino, Marco Potì, ha ottenuto un cospicuo finanziamento per la riqualificazione urbanistica del centro storico di Melendugno ed il recupero del giardino del Castello D’Amelj e delle aree contermini come parco di comunità. Il progetto prevede anche la pavimentazione completa in pietra delle vie Diaz, D’Amelj, Verdi, Roma, piazza Castello e piazza Pertini.

Nel complesso i fondi regionali arriveranno anche a Cursi, Alezio, Muro Leccese, Alessano, Racale, Alliste, Tricase, Ruffano, Cavallino, Castrignano de’ Greci, Maglie, Matino, Casarano, Otranto, Melendugno e Ugento. Il valore di questa misura regionale è stata rimarcata dall’assessore allo Sviluppo Economico, Alessandro Delli Noci: “Si tratta per tutte le comunità coinvolte di interventi di manutenzione straordinaria, di miglioramento tecnico-funzionale e di qualificazione delle infrastrutture turistiche urbane, un supporto concreto per restituire decoro e bellezza alle città, per migliorare la qualità degli attrattori turistici e per supportare la ripartenza dopo un anno di grande difficoltà per il settore a causa dell'emergenza sanitaria. Riqualificare gli spazi urbani ci aiuta a migliorare la qualità della vita di chi quegli spazi li vive quotidianamente e ci consente di presentare le nostre città ai visitatori al massimo del loro splendore”.

Per Trepuzzi un finanziamento statale

Intanto il Comune di Trepuzzi ha ottenuto un finanziamento di 2,5 milioni di euro, nell'ambito della legge di bilancio del 2019, per interventi di messa in sicurezza degli edifici e del territorio: si procederà, come illustrato dal sindaco, Giuseppe Taurino, alla demolizione delle strutture abusive sul fronte mare di piazza Lecce (570mila euro), a Casalabate, alla riqualificazione del litorale nord (935mila euro), a interventi di difesa del suolo e rimozione del rischio idrogeologico mediante scogliere radenti e ripascimento protetto nel tratto di litorale tra la prima e la seconda rotatoria (995mila euro). Il decreto di assegnazione fissa in otto mesi il termine per l'affidamento dei lavori.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Ciak con Sergio Rubini a San Cesario di Lecce

  • Arredare

    Frigorifero, ecco come scegliere quello giusto

  • Cura della persona

    Soap brows, il nuovo trend per sopracciglia piene e folte

  • Alimentazione

    La cannella, una spezia dalle mille virtù

Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento