Lunedì, 27 Settembre 2021
Politica

Via Roma, non c'è pace per l'area diventata discarica

Lidia Faggiano, consigliere alla II circoscrizione del Pd, chiede l'intervento di bonifica. "Ieri un incontro con il Comune. La disponibilità c'è, ma l'iter è lungo: l'area è oggetto di indagini"

Ve la ricordate quella parte terminale di via Roma, sulla quale durante la campagna elettorale si addensarono sospetti e si agitarono gli spettri di una speculazione? Fu proprio LeccePrima a raccogliere in un suo servizio le prime, vigorose lamentele e le denunce dei residenti (https://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=1678): laddove sarebbe dovuto sorgere un parco, ecco all'improvviso il cartello di avvio ai lavori di una stazione di carburanti. Qualche giorno dopo il centrosinistra scese compatto in quel cantiere per protestare e chiedere lumi su quanto stesse avvenendo (https://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=1774)? Oggi quel cantiere è fermo. E purtroppo, se non è nato un parco, se non s'è vista nemmeno la tanto temuta stazione, di certo la zona è diventata una sorta di discarica a cielo aperto. Non c'è pace per quel tratto di via Roma e Lidia Faggiano, consigliere alla II circoscrizione del Partito democratico, che già sul finire del 2007 aveva denunciato il deturpamento (https://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=4984) ritorna oggi sulla questione.

"I cittadini - dice Lidia Faggiano - chiedono all'amministrazione comunale di intervenire per risanare il cantiere sorto per la realizzazione di un distributore di carburanti. Ormai sospeso da tempo e liberamente accessibile, è diventato una discarica a cielo aperto, causa di degrado per l'intera zona tra l'altro densamente abitata". Faggiano si fa portavoce di quanti lamentano il grave disagio al quale sono esposti e con una lettera indirizzata al sindaco di Lecce e all'assessore alle Politiche ambientali sollecita un intervento per la bonifica e la recinzione dell'intera area.

A tale proposito ieri s'è svolto un incontro con l'assessore al ramo, Gianni Garrisi. Dal dibattito, come spiega la stessa Faggiano, "è emersa la disponibilità dell'amministrazione all'intervento richiesto, ma, così come affermato da nota numero 153379 del 19/12/07 pervenuta al presidente del quartiere "Stadio" Fabio Campobasso, il cantiere risulta sospeso a seguito di esposto pervenuto al Settore pianificazione e sviluppo del territorio con nota Prefettizia e oggetto di indagini dell'autorità giudiziaria. Pertanto l'iter amministrativo prevede tempi lievemente più lunghi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Roma, non c'è pace per l'area diventata discarica

LeccePrima è in caricamento