Concorso vigili stagionali, ok del Tar al Comune. Respinta richiesta di sospensiva

La nuova selezione per l'assunzione di sedici agenti di polizia locale a Nardò era stata impugnata da sei ricorrenti

NARDO’ – Arriva un primo  segnale positivo a favore del Comune di Nardò dopo l’impugnazione del bando per l’assunzione dei sedici agenti di polizia locale a tempo determinato da parte di sei ricorrenti che fanno parte della vecchia graduatoria approvata lo scorso anno. Il Tar di Lecce ha respinto la richiesta di sospensiva formulata dai legali dei ricorrenti, gli avvocati  Marcello Risi e Daniele Lutrino, che di contro sostengono la piena legittimità della vecchia procedura concorsuale e della relativa graduatoria da cui attingere per l’assunzione dei vigili cosiddetti stagionali. Questo primo punto a favore ha rinvigorito l’amministrazione comunale del sindaco Pippi Mellone che procederà ora con l’iter relativo al nuovo bando disponendo le relative selezioni per la fine del mese.

Il bando di partecipazione per l’assunzione di sedici nuovi vigili stagionali, per il periodo estivo, è scaduto il 18 maggio scorso, ma sulla procedura si è posto un freno dopo la presentazione del relativo ricorso. Il nuovo bando era stato infatti impugnato con un ricorso al tribunale amministrativo. A contestare la legittimità della procedura concorsuale sono stati sei ricorrenti, ovvero i migliori posizionati nella graduatoria del 2016 che risulta a tutti gli effetti ancora valida e vigente e dalla quale sarebbe possibile attingere per l’assunzione dei nuovi agenti di polizia locale a tempo determinato. Almeno questo è quanto argomentato dai ricorrenti che contestano all’amministrazione neretina di aver dato vita da una nuova selezione senza tenere conto della validità di quella formulata con l’avviso pubblico dello scorso anno. Ma al momento le ragioni del Comune sono state legittimate anche dai giudici amministrativi. L’amministrazione neretina  è stata difesa in giudizio  dall’avvocato Paolo Gaballo.

Nell’udienza che si è tenuta ieri il legale ha sostenuto che “l’istanza cautelare avanzata dai ricorrenti non poteva essere accolta in quanto risultava non impugnata la delibera del 6 giugno 2017 con cui la giunta ha convalidato, ratificato e integrato la motivazione della precedente delibera del 28 aprile, di indizione del nuovo bando per l’assunzione degli agenti di polizia stagionali”. I giudici della seconda sezione del Tar di Lecce, accogliendo quindi le tesi difensive dell’avvocato Gaballo, hanno respinto l’istanza cautelare avanzata dai ricorrenti proprio perché non avevano impugnato la nuova deliberazione approvata dalla giunta a supporto della scelta di indire una nuova procedura concorsuale. Una decisione, come detto, che consente ora al Comune di Nardò di procedere  nell’espletamento delle procedure della selezione che attendevano il responso giudiziario.

“La valutazione più importante da fare oggi” sottolinea il sindaco Pippi Mellone, “è che l’iter del concorso può proseguire, con le selezioni che si terranno il 29 e 30 giugno prossimi, e che avremmo presto a disposizione sedici nuove unità di polizia locale, indispensabili con le crescenti necessità della stagione estiva. Quindi portiamo a casa il primo e importantissimo risultato. La seconda valutazione è di carattere politico e ci consente di catalogare anche questa operazione tra i fallimenti della opposizione, visto che resta a tutti gli effetti una operazione che ha la sua paternità in quegli ambienti politici. Non bastassero le urne, questi signori si vanno a cercare le sconfitte anche nelle aule di giustizia”.                     

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento