Visita al cantiere, Abaterusso e Paolucci attaccano: "Scempio ambientale"

Art.1-Mdp oggi a San Basilio. Affondi contro il governo e in particolare su Teresa Bellanova. "Colonizzati dalle multinazionali"

SAN FOCAQuesta mattina una delegazione di Articolo 1-Movimento democratico e progressista ha svolto una visita presso il cantiere Tap di località San Basilio, nella marina melendugnese di San Foca, dove sono in corso i lavori della cosiddetta Fase 1a per lo scavo del pozzo di spinta del microtunnel che consentirà l’approdo del gasdotto proveniente dall’Albania. Il cantiere è operato dalla italiana Saipem, il primo contrattista di Tap per la porzione italiana del gasdotto a iniziare le attività di costruzione

La delegazione accompagnata da Potì

La delegazione era composta da Salvatore Piconese, coordinatore provinciale di Art.1-Mdp, Ernesto Abaterusso, Coordinatore regionale del movimento e capogruppo in Regione; ancora: l’europarlamentare Massimo Paolucci, il deputato di Art.1-Mdp Toni Matarrelli, il consigliere regionale e presidente della Commissione ambiente Mauro Vizzino, la consigliera provinciale Anna Inguscio, i sindaci di Patù Gabriele Abaterusso e di Sogliano Cavour Paolo Solito, i dirigenti di Art.1-Mdp Alberto Colucci, Pippi Nocera e Francesco Volpe. Ad accompagnarli sul cantiere, il sindaco di Melendugno, Marco Potì.

L'attacco: "Scempio ambientale"

“Abbiamo preso atto dello scempio ambientale e paesaggistico che l'approdo del gasdotto Tap arrecherà al territorio di San Foca”, dichiarano Abaterusso e Paolucci. “Un’opera voluta e realizzata contro il volere delle comunità locali, le quali non sono state per nulla coinvolte nelle decisioni, né da Tap né dai governi Renzi e Gentiloni”.

“Dopo Tap arriverà a Otranto Ig Poseidon”, ricordano ancora i due politici. “Inoltre il nostro mare è oggetto di trivellazioni continue autorizzate dal governo nazionale che arrecheranno al nostro territorio un danno inestimabile. Renzi e i suoi governi, l’onorevole Teresa Bellanova, proveniente proprio da questi territorio e autorevole rappresentante che ha proprio la delega all’energia e quindi la competenza sulla vicenda Tap, hanno svenduto il territorio salentino alle multinazionali del gas e del petrolio”.

“Incuranti del danno apportato al territorio così duramente colpito da tale politica sciagurata, la viceministra Bellanova ed i deputati salentini del Pd saranno chiamati a rispondere di questa vergogna”, è il duro atto d’accusa di Abaterusso e Paolucci, i quali chiedono una reazione forte della Regione Puglia del presidente Michele Emiliano, invitando tutti ad affiancare e supportare la mobilitazione delle comunità locali, dei comitati spontanei e delle associazioni di cittadini che si battono contro il gasdotto.

Tap: "Tutto in regola e lavori in corso"

Se Abaterusso e Paolucci parlano di “scempio ambientale”, diversa è, ovviamente, la posizione del consorzio Tap che, in una sua nota spiega che l’opera non interferirà con spiaggia, duna costiera e macchia mediterranea retrostante.

I lavori, intanto, procedono regolarmente. Si sta concludendo in queste ore la rimozione del terreno agricolo. Al termine, è previsto il ripristino per accogliere gli ulivi temporaneamente spostati presso Masseria del Capitano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ma intanto, Art.1-Mdp, ribadisce che “affiancherà la lotta civile e democratica del popolo salentino contro l'approdo di Tap a San Foca e contro la colonizzazione del Salento da parte delle multinazionali”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Furgone sbanda, finisce contro l’albero e prende fuoco: un ragazzo in coma

  • Coronavirus: 50 nuovi in Puglia, 6 in provincia di Lecce. E un positivo al voto a Nardò

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento