Lunedì, 14 Giugno 2021
Politica

Nel nome di sua maestà la regina e del Regno Unito: l'ambasciatrice a Lecce

Jill Morris ha incontrato il sindaco Carlo Salvemini a Palazzo Carafa. In precedenza a colloquio con il procuratore generale. L'alta diplomatica britannica è impegnata in un giro di visite in Puglia.

Una foto scattata durante l'incontro a Palazzo Carafa.

LECCE - L'ambasciatrice di sua maestà la regina e del governo del Regno Unito, Jill Morris, è stata questa mattina a colloquio con il sindaco di Lecce, Carlo Salvemini, a Palazzo Carafa.

La diplomatica, arrivata a bordo di una Jaguar e scortata da un importante dispositivo di sicurezza, è in visita in Puglia, accompagnata dal console onorario Pierfrancesco Valentini e dal rappresentante dell'ambasciata per gli affri politici, Gerardo Kaiser.  L'ambasciatrice è stata fatta entrare dall'ingresso di via Rubichi: percorrendo la scalinata monumentale ha raggiunto la stanza del primo cittadino.

Nell'incontro, al quale ha partecipato anche il vice sindaco Alessandro Delli Noci, si è discusso dell'economia cittadina, dell'incidenza del settore turistico fortunatamente in crescita. L'ambasciatrice ha manifestato il suo apprezzamento per il patrimonio storico e architettonico del capoluogo salentino, che ha ammirato di persona. In chiusura di visita Salvemini ha regalato all'importante ospite un volume sulla storia di Lecce. Gli impegni di Jill Morris sono poi proseguiti con un incontro in prefettura.

In realtà l'alta diplomatica britannica è a Lecce da ieri, quando ha fatto visita al procuratore generale della Repubblica di Lecce, Antonio Maruccia, accompagnato dall’avvocato generale Ennio Cillo. All’incontro hanno partecipato i capi degli uffici giudiziari  leccesi, il presidente della Corte di Appello di Lecce, Roberto Tanisi, il procuratore distrettuale antimafia Leonardo Leone De Castris, il presidente del Tribunale Francesco Giardino, e i capi degli uffici minorili, Lucia Rabboni e Maria Cristina Rizzo.  

Il procuratore generale ha illustrato la realtà giudiziaria salentina e indicato i terreni di impegno della locale magistratura e i successi conseguiti contro la criminalità organizzata. Ha rappresentato altresì l’interesse della autorità giudiziaria a favorire le relazioni con le istituzioni inglesi per quanto necessario a garantire ai cittadini e gli investitori del Regno Unito le migliori condizioni di investimenti e permanenza. Sono stati evidenziati i comuni temi di collaborazione  specie nelle materie della sicurezza e della prevenzione del terrorismo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nel nome di sua maestà la regina e del Regno Unito: l'ambasciatrice a Lecce

LeccePrima è in caricamento