Politica

Voragini sul manto stradale dopo le piogge. Codacons striglia il Comune

Dopo le numerose segnalazioni e lamentele raccolte tra cittadini e residenti di Monteroni, per le spaccature apertesi sulle strade dopo il 23 luglio, l’associazione di tutela dei consumatori chiede conto all’amministrazione locale

MONTERONI - Numerose segnalazioni su voragini e spaccature venutesi a creare sul manto stradale del territorio comunale di Monteroni, dopo le ingenti piogge del 23 luglio scorso. Per questo, il Codacons bacchetta il governo cittadino e, sulla base delle lamentele raccolte da cittadini e residenti, invita l’esecutivo ad attuare “come è stato in parte già effettuato, con la dovuta e necessaria scrupolosità e tempestività, tutte le necessarie ed opportune misure idonee a mettere in sicurezza, nell'immediato, le strade interessate” dalle voragini e dalle spaccature venutesi a creare a causa della ingente pioggia caduta nella notte del 23 luglio.

“Inoltre – il responsabile della sede locale della realtà a tutela dei consumatori ribadisce - nel futuro, sulla base dell'esperienza maturata, si dovrà evidentemente porre maggiore attenzione sia all'affidamento, al compimento e alla realizzazione delle opere pubbliche (eseguite, nel1'occasione, non a perfetta regola d'arte?) poiché supponiamo non sia un caso il fatto che in tutte le strade in cui sono stati eseguiti gli scavi, si siano creati degli avvallamenti e delle grossi precipizi che hanno provocato spavento alle persone e non pochi danni alle autovetture in transito”.

A questo si aggiunge, secondo il Codacons, nei periodi estivi, a causa del clima e della imprevedibilità di alcuni agenti atmosferici, la necessità di porre la dovuta attenzione alle pulizie della caditoie e alla manutenzione ordinaria della rete fognaria pubblica. A tal fine, viene chiesta copia dell'attività svolta per la manutenzione, del parere del tecnico del Comune occorso in loco per verificare lo stato dei luoghi, oltre che del tecnico responsabile della ditta, che ha eseguito i lavori.  

“Le eventuali operazioni di ripristino – precisano dal Codacons - non potranno essere addebitate ai cittadini, ove si appurasse che la esecuzione dei lavori è stata effettuata non a perfetta regola d'arte. A tal fine sarà compito del Codacons vigilare sul punto. Infatti ci si chiede: quali danni potevano essere evitati con l'uso della normale diligenza e quali, invece, sono da addebitare esclusivamente alla forza devastante dell'acqua'? Quali misure dovevano essere prese e che cosa invece si è omesso di porre in essere?”.

Il Codacons, in conclusione, si riserva ogni eventuale azione di risarcimento dei danni da parte delle persone che si sono rivolte all’associazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Voragini sul manto stradale dopo le piogge. Codacons striglia il Comune

LeccePrima è in caricamento