rotate-mobile
Salute Copertino

“Spesso interventi chirurgici su due sale differenti, ma con un solo anestesista”. La denuncia di Fp Cisl

La segnalazione del sindacato in merito alla situazione al “San Giuseppe” di Copertino: chiede ora il potenziamento degli ospedali di base della Asl di Lecce

COPERTINO - La Funzione pubblica della Cisl di Lecce denuncia “gravi criticità” del personale anestesista presso l’ospedale di Copertino. Nello specifico, a detta del sindacato, mancherebbe il secondo medico nella turnazione pomeridiana, ora anche al mattino. “Tutto ciò comporta che l'intero presidio non è coperto dalla guardia rianimatoria sia di mattina che di pomeriggio”, scrivono dall’organizzazione sindacale.

“In pratica, ciò che starebbe accadendo sarebbe da imputare per un surplus produttivo degli ultimi 5 mesi, dove vi è stato un incremento dell'attività chirurgica pari a circa 170 interventi al mese compresa l'attività oculistica. Tutta questa produttività avviene con il sacrificio di tutto il personale sanitario in special modo dei medici anestesisti che, pur di mantenere alti gli standard operativi sia in elezione che in urgenza, rinunciando a ferie e corsi di aggiornamento”, proseguono dalla Fp Cisl.

I referenti sindacali segnalano come, spesso, l’attività operatoria avvenga su due sale differenti, ma con un solo anestesista presente in turno, “quando poi lo stesso risulta essere anche in guardia rianimatoria per l’intero presidio esponendo a rischio clinico pazienti”. Per poter dunque garantire la guardia rianimatoria, con l’esiguo numero di anestesisti in servizio, “potrebbe verificarsi il rischio di dover sospendere le sedute operatorie, concludono dalla Cisl”.

LeccePrima è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Spesso interventi chirurgici su due sale differenti, ma con un solo anestesista”. La denuncia di Fp Cisl

LeccePrima è in caricamento