Salute

"Ferrari", Tac rotta dal 22 dicembre. In emergenza fin dopo Capodanno

La riparazione prevista il 2 gennaio. E intanto, i casi urgenti smistati altrove e gli esami già programmati slittati. Tutto questo, nel peggior momento dell'anno

CASARANO – Il macchinario per la Tac dell’ospedale “Francesco Ferrari” di Casarano ha esalato il suo ultimo respiro pochi giorni prima di Natale. E, stando a quanto riferiscono fonti dell’Asl di Lecce, consultate da LeccePrima per avere un quadro della situazione, la riparazione non avverrà prima del 2 gennaio.

Un bel problema, perché è ormai dal 22 dicembre che si trascina l’emergenza. Otto giorni che diventeranno dodici, nella migliore delle ipotesi. Sembra che a danneggiarsi sia stato uno dei tubi dell’apparecchiatura per la tomografia assiale computerizzata. Un tipo di guasto non raro, bisogna dire, perché già in altre circostanze, anche piuttosto di recente, vi sono stati episodi simili. Come avvenuto, per esempio, ai primi di novembre al “Vito Fazzi” di Lecce, quando un'apparecchiatura è finita in avaria.

In quel caso, però, si è potuto sopperire con altri due macchinari, già presenti presso i reparti Oncologico e di Neuroradiologia dello stesso presidio del capoluogo, limitando il disagio. Ma con la Tac fuori uso a Casarano, il problema, che riguarda a una vasta fetta di popolazione del basso Salento, non si risolve, se non con smistamenti in altre località.

Tutto questo succede in uno dei momenti peggiori dell’anno, per chi lavora nel mondo sanitario: sotto le festività natalizie. Ovvero, popolazione raddoppiata sia per il ritorno a casa di quanti lavorano e studiano fuori sede, sia per l’arrivo di tanti turisti. E con chiamate su chiamate alla centrale operativa del 118 anche per gli inevitabili mali di stagione. Quello che, usando un temine poco aulico, si può definire un delirio.

Insomma, per chi è affetto da problemi di natura neurologica o ha subito gravi traumi, per esempio dopo un incidente stradale, così come per ogni altro tipo d’urgenza che preveda questo tipo di esame, è previsto un inevitabile dirottamento su altri ospedali. Come il “Sacro Cuore di Gesù”, a Gallipoli, o il “Cardinale Panico”, a Tricase. Che rischiano così di ingolfarsi, visto che già spremuti a loro volta per le "proprie" emergenze. Mentre, per gli esami già programmati proprio in questi giorni, c’è ben poco da fare: slittano giocoforza più avanti. Come dire, una serie di inconvenienti a catena, nel più classico degli effetti domino.

A Casarano, peraltro, non è la prima volta che si verifica un problema del genere. L’anno scorso, e si era proprio a gennaio, il Tribunale dei diritti del malato segnalò l’episodio di una donna che, a causa di un guasto della Tac, con una frattura a un piede e una serie di complicanze, fu costretta a una sorta di odissea, prima di riuscire a ottenere l’agognato esame.    

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ferrari", Tac rotta dal 22 dicembre. In emergenza fin dopo Capodanno

LeccePrima è in caricamento