Salute

Iniezione di personale nel Cup e call center Asl: telefonate più rapide per gli utenti

Il direttore generale Pastore: "Sono uno dei biglietti da visita della nostra azienda ed è per questo che abbiamo investito in nuove soluzioni"

Foto di repertorio: la direzione generale Asl di Lecce

LECCE - Arrivano rinforzi nel Centro unico di prenotazioni della Asl di Lecce e nei call center. La direzione strategica ha deciso di rinforzare sia il servizio Cup sia i Call center, grazie all’arrivo di 20 nuovi operatori e ad una rinnovata organizzazione del lavoro messa a punto dal responsabile Personale Cup e call center di Sanitaservice, Nicola Pastore, in collaborazione con i direttori di presidio e di distretto e con la responsabile Cup aziendale Brigida Chimienti.

I nuovi operatori, assunti da Sanitaservice con un concorso a tempo indeterminato, sono già in servizio dal mese di dicembre nei diversi Cup e nei call center aziendali di Lecce e Maglie. In quest’ultimi il personale è praticamente raddoppiato, passando da 7 unità a 13, per cui sarà possibile evadere una quantità di chiamate molto superiore e abbattere i tempi d’attesa delle telefonate.

La direzione strategica ha elaborato anche un piano di potenziamento degli orari di apertura dei Cup di Scorrano e Gallipoli, offrendo la possibilità di prenotare e pagare i ticket nelle ore pomeridiane e il sabato mattina, mentre i Cup dei Presidi territoriali di Maglie e Poggiardo sono in servizio dal lunedì al venerdì, mattina e pomeriggio.

Il Cup della Cittadella della salute di Lecce, lo ricordiamo, è attivo anche il sabato mattina, ampliando l’apertura mattutina negli altri giorni sino alle 13.15.

I provvedimenti della Asl sono stati condivisi con la presidente del Comitato consultivo misto, Rita Tarantino, per offrire un servizio all’altezza delle necessità e delle richieste dell’utenza che, proprio attraverso il Cup e i Call Center, ha il primo contatto con la Sanità pubblica.

“Siamo molti soddisfatti – ha dichiarato la presidente– per la decisione di venire incontro concretamente ai bisogni dei cittadini, potenziando gli organici e le ore di attività in un servizio che, dal nostro punto di vista, è assolutamente cruciale per far sentire la sanità più vicina alle persone”.

“Cup e Call center – ha commentato il direttore generale Antonio Pastore – sono uno dei biglietti da visita della nostra azienda ed è per questo che abbiamo investito in nuove soluzioni organizzative e in risorse umane, opportunamente formate per dare agli utenti che entrano in contatto con il sistema sanitario le risposte giuste e nelle forme più adeguate”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Iniezione di personale nel Cup e call center Asl: telefonate più rapide per gli utenti

LeccePrima è in caricamento