"Internalizzare le postazioni del 118 e assumere i volontari": Usb bussa alla Regione

Incontro presso l'assessorato alla Salute per discutere le linee guida. Il sindacato chiede anche l'affidamento diretto del servizio di trasporto dei pazienti in dialisi

Foto di repertorio: il sindacalista Gianni Palazzo

LECCE – Si viaggia spediti, in Regione Puglia, verso le internalizzazioni dei servizi nelle società in house delle  aziende sanitarie.

Proprio ieri, 6 dicembre, i sindacati hanno incontrato, presso l’assessorato di Bari, il direttore del dipartimento alla Salute, Vito Montanaro, il segretario generale della presidenza della giunta regionale, Domenico De Santis, i direttori generali delle Asl pugliesi e gli amministratori delle Sanitaservice regionali.

L'obiettivo era quello di discutere le nuove linee guida valide l'affidamento diretto di alcuni servizi appaltati a ditte esterne e ottenere, così, consistenti risparmi economici.

I dirigenti del dipartimento, Rossella Caccavo e Giovanni Campobasso hanno spiegato che le modifiche delle linee guida sono state integrate con i criteri previsti dal nuovo codice degli appalti e che i servizi da affidare sono quelli strumentali per la sanità.  

In quella circostanza il sindacato Usb ha colto la palla al balzo per richiedere l'internalizzazione definitiva di alcuni servizi ancora appaltati all'esterno: il Cup, centro unico prenotazioni; i servizi informatici; la logistica e la distribuzione del farmaco.

Nell'attesa che si delinei anche il futuro dell'Areu, l'azienda regionale che gestirà il servizio di emergenza-urgenza,  il sindacato ha anche chiesto ai vertici regionali di affidare le postazioni del 118 alle varie Sanitaservice provinciali.

Nella Asl di Lecce, infatti, sono 4 le postazioni rimaste nelle mani delle ditte esterne.

“Si tratta di un'anomalia unica su scala regionale – ha commentato il sindacalista Gianni Palazzo - se si pensa che la Asl di Foggia affidò il medesimo servizio a Sanitaservice fin dal 2008”.

Per tutte le postazioni 118 regionali affidate ad associazioni di volontariato, oltre l’internalizzazione in Sanitaservice, Usb ha chiesto l’assunzione dei volontari cui deve essere riconosciuto il servizio prestato, come previsto dalla legge regionale 4 del 2010.

“Ricordiamo che dietro la dicitura volontari ci sono veri e propri lavoratori, altamente preparati e qualificati”, ha ricordato Palazzo.

In riferimento alla Asl di Lecce, Usb ha chiesto che venga anche considerata l’internalizzazione del servizio del trasporto dei pazienti verso le strutture di dialisi accreditate, come previsto dalle vecchie e nuove disposizioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fanno sesso, poi diffonde i video e affigge immagini: revenge porn, incastrato

  • Mauro Romano, chiuse le indagini sull’ex barbiere: sequestro di persona

  • “L’eredità”, il concorrente leccese batte il record di puntate da vincitore

  • Rapine con autovetture rubate anche durante il lockdown: in tre agli arresti

  • Scampato a un agguato con Kalashnikov, accoltella un uomo per motivi di viabilità

  • Coronavirus “sensibile” ai fattori ambientali: studio di un fisico su temperatura ed escursioni termiche

Torna su
LeccePrima è in caricamento