rotate-mobile
Salute

Prevenire i tumori del cavo orale, un incontro per conoscere il fenomeno

La sottovalutazione di queste patologie e, di conseguenza, la diagnosi tardiva possono dipendere dal mancato riconoscimento dei sintomi. Se ne parlerà con specialisti del settore

LECCE – I tumori del cavo orale saranno al centro di un incontro che si terrà sabato 4 maggio, a partire dalle 18,30, presso il centro congressi dell’hotel Leone di Messapia, sulla strada provinciale Lecce-Cavallino. Un argomento molto delicato perché si tratta di tumori che, purtroppo, spesso vengono diagnosticati in ritardo a causa della sottovalutazione dei sintomi.

Diverse sono le neoplasie della bocca e possono colpire la parte anteriore della lingua, la superficie interna delle guance e delle labbra, le gengive, il pavimento orale e altri punti ancora. In Italia ogni anno vengono diagnosticati circa 4mila casi. Nei giovani il fenomeno resta ancora molto raro, ma l’incidenza aumenta con l’avanzare dell’età.

Il parlticolare tumore del labbro

Secondo studi condotti dall’Airc, la fondazione italiana per la ricerca sul cancro, il tumore del labbro si sviluppa di più negli uomini e colpisce soprattutto chi ha la pelle chiara e trascorre molto tempo al sole. È una patologia cui rischiano di andare incontro in modo particolare coloro che svolgono lavori che costringono a permanere all’aperto e sotto il sole per molte ore. Tra queste categorie di lavoratori le più colpite sono quelle degli edili, degli agricoltori e dei pescatori. E si aggiungono anche i fumatori di pipa.

Buoni e corretti stili di vita sono il primo passo verso una forma di prevenzione utile a scongiurare o almeno ridurre i fattori di rischio. Per tal motivo eliminare o diminuire considerevolmente il fumo e l’uso di alcool, è la prima forma di prevenzione da attuare. Basti pensare che l’aumento del consumo di sigarette da parte delle donne, in questi ultimi anni, è stato il fattore che ha scatenato la recrudescenza del tumore al labbro nel sesso femminile. E solo pochi decenni addietro questo tipo di tumore era quasi inesistente. L’incontro-dibattito del 4 maggio, dunque, servirà a far conoscere meglio questa patologia oncologica. Si approfondiranno temi quali tipologie, sintomi, prevenzione, diagnosi, evoluzione e cure.

I relatori

Tra i relatori vi saranno Francesco Schittulli, oncologo di fama internazionale, chirurgo senologo con all’attivo più di 30mila interventi, autore di decine di pubblicazioni, presidente nazionale eletto della Lilt (Lega italiana lotta ai tumori), componente del comitato scientifico dell’Istituto superiore di sanità designato dal ministro della Salute; Lorenzo Lo Muzio, specialista in odontostomatologia e oncologia, rettore dell’Università di Foggia, ordinario di Malattie odontostomatologiche, componente del comitato scientifico dell’Istituto superiore di sanità designato dal ministro della Salute e del comitato tecnico scientifico nazionale della Lilt; Andrea Tedesco, medico odontoiatra specialista in chirurgia odontostomatologica, docente al master di II livello in implantologia zigomatica presso l’Università degli Studi di Pisa, presidente della Società italiana di implantologia zigomatica e pterigoidea.

Porteranno i loro saluti: il direttore generale dell’Asl di Lecce, Stefano Rossi, il presidente provinciale dell’Ordine dei medici chirurghi e odontoiatri, Donato De Giorgi, il vicepresidente dell’Ordine, Gino Peccarisi, il presidente provinciale della Lilt, Antonio Micaglio. L’Organizzazione è dell’Istituto Santa Chiara e di Giovanni Vantaggiato, moderatore della serata Gianfranco Delle Rose.

LeccePrima è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prevenire i tumori del cavo orale, un incontro per conoscere il fenomeno

LeccePrima è in caricamento