Mercoledì, 16 Giugno 2021
Salute

"Noi, discriminati": il ricorso degli Oss per la stabilizzazione

Nonostante abbiano maturato i requisiti della legge Madia, sono gli unici a essere stati esclusi dal percorso della Asl di Lecce. E si sono rivolti al giudice del Lavoro, assistiti dall'avvocato Quinto

Foto di repertorio: una protesta davanti alla Asl

LECCE - Gli operatori sociosanitari della Asl di Lecce non si arrendono. Sono gli unici lavoratori a non essere stati infatti stabilizzati, così come previsto dalla legge Madia, e per far valere le proprie ragioni hanno scelto le vie legali.

A nulla sono serviti, infatti, i numerosi sit-in davanti alla direzione di via Miglietta e per questo hanno presentato ricorso al giudice del lavoro, assistiti dall'avvocato Pietro Quinto.

Nell'atto, presentato d'urgenza, il legale ha evidenziato la singolarità della situazione leccese.

“Non è in discussione il diritto dei ricorrenti alla stabilizzazione, come accertato dall’Asl a mezzo di due avvisi pubblici con l’acquisizione della documentazione comprovante i titoli di servizio di 36 mesi con contratti a tempo determinato – ha precisato Quinto -, bensì un comportamento omissivo per la mancata adozione del necessario atto deliberativo”.

Ma c'è dell'altro.

La direzione strategica ha infatti già adottato diverse deliberazioni per la stabilizzazione di tutte le altre categorie di professionisti che abbiano maturato i requisiti ad eccezione, come si diceva, degli Oss nonostante la disponibilità dei posti in organico.

“Negli atti non è indicata alcuna motivazione plausibile che possa giustificare la lamentata discriminazione – ha proseguito l'avvocato -. Ciò perché, con la scadenza del termine di validità dell’ultimo contratto a tempo determinato, i ricorrenti sono privati di un qualsivoglia incarico lavorativo”.

Secondo Quinto “è davvero contraddittorio che, sui medesimi posti, venga incaricato altro personale con contratto a tempo determinato, incrementando cioè quel precariato che la legge Madia intende superare”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Noi, discriminati": il ricorso degli Oss per la stabilizzazione

LeccePrima è in caricamento